Most-Hid e SMK in trattative per una coalizione per le politiche 2020

Il partito Most-Hid sta ancora tenendo colloqui per una cooperazione con il partito extra-parlamentare etnico-ungherese SMK in vista delle elezioni parlamentari del 2020. Il capo di Most, Bela Bugar, ha detto che questa settimana sono state presentate delle proposte di base e un prossimo incontro tra i vertici delle due formazioni dovrebbe tenersi a metà agosto. All’orizzonte ci sarebbe una coalizione elettorale, ma SMK sarebbe della partita solo a certe condizioni. Rimane una differenza sostanziale tra i due partiti, ha dichiarato il numero due di Most-Hid, Abel Ravasz: «SMK è un partito etnico, Most-Hid è piuttosto un partito interetnico. Questi fatti non possono essere cambiati». Se non si trova un accordo, i due partiti dovranno candidarsi separatamente alle elezioni parlamentari che dovrebbero tenersi il 29 febbraio 2020.

Da settimane si sta svolgendo un tira e molla tra i due partiti, dopo che Most-Hid ha avuto alle elezioni europee del 25 maggio il peggior risultato della sua storia, solo il 2,59% dei voti. Ha perso così la possibilità di mantenere il proprio deputato europeo, ma rischia anche tra pochi mesi di rimanere fuori dal Parlamento nazionale. La collaborazione tra i due partiti punta a ottenere la fiducia della minoranza ungherese in Slovacchia, che consiste in circa il 10% della popolaziona.

(Red)

Foto FB/MostHid

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.