Conferenza degli Ambasciatori: “Italiani all’estero, storie di successo”

ROMA – “Italiani all’estero, una storia di successo”, uno dei quattro panel tematici previsti dall’evento introduttivo dei lavori della XIII Conferenza degli Ambasciatori e delle Ambasciatrici, ha visto confrontarsi due ambasciatori, un’esponente del mondo della scienza e una giornalista. Moderati dal giornalista Alberto Matano, si sono alternati Fabiola Gianotti, Direttore Generale del Cern di Ginevra, Cristina Marconi, giornalista e scrittrice da Londra, Teresa Castaldo, Ambasciatrice d’Italia in Francia, Silvio Mignano, Ambasciatore d’Italia in Svizzera. Il tema centrale è stato quello delle eccellenze italiane, ossia di chi nel proprio campo ha saputo raggiungere un traguardo importante.

Fabiola Gianotti ha illustrato il proprio lavoro al Cern di Ginevra dove si studia la fisica delle particelle. “E’ un campo in cui l’Italia è una potenza mondiale. Il Cern è il più grande laboratorio al mondo per la fisica delle particelle: studiare le particelle elementari vuol dire studiare gli elementi costituenti e indivisibili dell’universo. Persino il web fu di fatto inventato al Cern, che oggi attira diciottomila ricercatori da tutto il mondo”, ha rilevato Gianotti parlando di un ambiente molto competitivo nel quale trovano lavoro oltre 2500 ricercatori italiani. “Abbiamo una scuola d’eccellenza nella fisica delle particelle: ricordo l’origine di questi studi risalenti ai famosi ragazzi di via Panisperna, una disciplina poi propagatasi tra generazioni. Lo stesso Istituto nazionale di fisica nucleare è un’eccellenza italiana”, ha aggiunto Gianotti sottolineando come ci sia una forte sinergia coi colleghi che operano in Italia e con la rete diplomatica.

Silvio Mignano, che ha anche avuto esperienze lavorative in Venezuela, ha parlato del ruolo dell’Ambasciatore. “Esserlo a Berna, rappresentando di fatto oltre seicentomila connazionali, vuol dire avere l’orgoglio di essere anche l’interlocutore di cittadini di altissimo livello come la ricercatrice del Cern; al contempo i loro risultati sono comunque il frutto di un lavoro fatto nel corso di generazioni e da tanti emigrati. La Svizzera è il Paese di un’emigrazione sicuramente più recente rispetto a quella storica di fine Ottocento: qui si è cominciato ad arrivare per lo più dal secondo dopoguerra. Fare l’ambasciatore significa però anche rapportarsi con situazioni di grande crisi, come quella in Venezuela. Si è vista la grande capacità del nostro personale di gestire una situazione di crisi, trovando strade per fornire servizi anche primari e lavorando anche  alla risoluzione di casi di particolare gravità”, ha spiegato Mignano.

Cristina Marconi, autrice del libro “Città Irreale”, ha evidenziato come all’immagine dei cervelli in fuga  sia più opportuno sovrapporre quella delle cosiddette “ambizioni in fuga, specialmente tra i più giovani, in una città estremamente accogliente come Londra”. Tuttavia, con la Brexit, quella che poteva essere considerata fino a qualche anno fa come una città aperta, non sembra essere più così rassicurante. “Tendenzialmente la Brexit può rappresentare l’elemento opposto a quello per cui molto spesso gli italiani hanno scelto Londra, ossia proprio per la sua snellezza burocratica. Viviamo comunque l’arrivo del nuovo Premier britannico come un’uscita da uno stallo che durava ormai da tre anni”, ha commentato Marconi.

L’ambasciatrice Teresa Castaldo ha infine invitato a guardare alla collettività italiana all’estero senza stereotipi. “Si tratta di una collettività viva e forte: include gli italiani che hanno lasciato l’Italia pur continuando a vivere nel solco delle proprie tradizioni e della propria cultura; poi ci sono le terze e quarte generazioni composte da persone che spesso non parlano neanche l’italiano ma che vogliono comunque avere rapporti con l’Italia; infine c’è la cosiddetta nuova mobilità”, ha precisato Castaldo invitando a vedere le doppie nazionalità come una ricchezza.

(Simone Sperduto/Inform)

L’intero evento, all’interno del quale c’è questo panel sugli italiani all’estero, è disponibile in video sul sito di Radio Radicale.

Foto Gianni o O cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.