Danko: al Parlamento un pennone per la bandiera di 30 metri. Anche Fico e Smer ci stanno

A metà luglio il presidente del parlamento Andrej Danko, leader del Partito nazionale slovacco (SNS), ha annunciato di voler erigere un pennone di 30 metri di altezza davanti al Parlamento dal quale far garrire al vento la bandiera della Slovacchia. Subito la stampa è andata a nozze quando è stato rilevato che Danko aveva richiesto che l’altezza dell’asta fosse più alta di quella che hanno a Budapest – di tre metri. Danko ha poi spiegato che trenta metri è l’altezza massima consentita dalle normative monumentali e dai tecnici per ragioni di sicurezza. In realtà, ha detto Danko, questa non è una gara e non importa tanto la reale lunghezza del pennone, ma piuttosto il fatto che sarà il più alto possibile.

Il progetto avrebbe un costo di 38.000 euro, oltre al costo dei lavori di preparazione dell’area in cui sarà impiantato il pennone, altri 16.000 euro. Il presidente del Parlamento ha sottolineato che lui stesso e il capo dell’Ufficio del Parlamento Daniel Guspan contribuiranno personalmente a coprirne una parte, 9.000 euro ciascuno, augurandosi che altri seguano l’esempio.

L’idea è piaciuta all’ex premier Robert Fico, che oggi ha annunciato che lui darà un contributo di 1.000 euro, e il suo partito Smer-SD di 5.000. «Il partito Smer-SD considera l’esposizione positiva dei simboli dello Stato e la promozione del patriottismo essere parte di una politica corretta, e dunque darrà sempre il suo sostegno a simili attività», si legge in un comunicato diffuso dal partito oggi.

Quando Danko fece il suo annuncio, il detputato Jan Budaj di OLaNO si dichiarò stupito, o meglio “scioccato e sgomento” da fatto che il presidente del Parlamento aveva deciso «per motivi più che comici, […] di cambiare la silhouette di Bratislava …». Budaj ha detto che è senz’altro uno spreco senza senso di risorse pubbliche. I trenta metri dell’asta della bandiera corrispondono all’altezza di un palazzo di dieci piani, «un disturbo visivo a pochi metri dal Castello di Bratislava», il vero simbolo dello Stato slovacco e figura dominante del panorame della capitale. Peraltro notava Budaj, fino ad oggi nessuno si era lamentato dell’attuale visibilità della bandiera dello Stato di fronte all’edificio del Parlamento.

Oggi c’è una bandiera issata su un pennone di alcuni metri posto sulla cima del palazzo del Consiglio nazionale della Repubblica slovacca – il Parlamento – che si trova già a un’altezza dal livello del terreno di 20-25 metri. Quattro aste più lunghe, una decine di metri, che si trovano davanti alla facciata dell’edificio che guarda al Castello di Bratislava, ospitano due bandiere slovacche e due dell’Unione europea. Tuttavia, la collina che ospita il Parlamento si trova già a quota di una settantina di metri sopra il livello della città, pochi metri sotto alla rupe sulla quale poggia il castello.

(Red)

Foto nrsr.sk
Juraj Kubica cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.