Sabato nella capitale la marcia Arcobaleno contrapposta alla marcia per la famiglia

Sabato 20 luglio Bratislava ospiterà contemporaneamente la marcia del Dúhový  Pride (Orgoglio Arcobaleno), evento per la difesa dei diritti e contro la discriminazione delle minoranze sessuali, e la contromarcia Hrdí na rodinu (Orgogliosi della famiglia), che invece intende sostenere la famiglia tradizionale, composta da un uomo, una donna e i loro bambini. La prima delle due manifestazioni prevede un ritrovo sulla piazza Hviezdoslavovo námestie alle 15:00, mentre la marcia per la famiglia si svolge da piazza Rudnayovo, nei pressi della cattedrale di San Martino, alle 14:30.

La presidente Zuzana Čaputová, che pure ha sempre dato grande attenzione alla difesa dei diritti delle minoranze, anche sessuali, e il primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD) hanno informato che non prenderanno parte a nessuno dei due eventi. La presidente in ogni caso «rispetterà gli sforzi di tutte le comunità e minoranze di attirare attivamente l’attenzione sui loro diritti e di esercitare il loro diritto alla libertà di espressione», ha dichiarato il suo portavoce. Mentre l’ufficio stampa del governo ha dichiarato che «Il primo ministro Peter Pellegrini rispetta pienamente i diritti di tutte le comunità di presentare le proprie opinioni e posizioni liberamente e in modo pacifico».

Al contrario, il presidente del Parlamento e leader del Partito nazionale slovacco (SNS) Andrej Danko ha affermato che intende partecipare alla marcia pro-famiglia. «Tutti hanno il diritto di scegliere il proprio stile di vita, ma nessuno ha il diritto di costringere i bambini minorenni a vivere in un’unione di due uomini o due donne. La linea rossa da non oltrepassare per il partito SNS è ed è sempre stata la richiesta delle coppie omosessuali di adottare bambini», ha detto. Compito dei politici è proteggere i cittadini, a partire dai bambini, «è dunque ancora più importante per noi sostenere questi valori attraverso la nostra partecipazione alla marcia».

Il Rainbow Pride ha ricevuto sostegno da oltre 30 ambasciate straniere in Slovacchia, che con una dichiarazione congiunta evidenziano l’impegno a proteggere e difendere i diritti umani di tutte le persone senza distinzione, e incoraggiano il governo slovacco a sostenere iniziative per aumentare la tolleranza nella società slovacca.

(Red)

Foto Michal Babinčák – FB/DuhovyPRIDE

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.