Per salvare l’ambiente e il pianeta basterebbe piantare più alberi

Il metodo più economico per combattere il cambiamento climatico è piantare alberi. Secondo uno studio pubblicato su Science, sul nostro pianeta sono disponibili 900 milioni di ettari di terreno dove si potrebbero far crescere nuove foreste. Una volta raggiunta la maturità, dopo alcuni decenni, queste foreste potrebbero immagazzinare una quantità di carbonio pari a circa i due terzi di quello che è stato immesso nell’atmosfera dall’ottocento. I paesi con la maggiore disponibilità di spazio sono Russia, Stati Uniti, Canada, Australia, Brasile e Cina.

Lo studio è basato sull’analisi delle immagini satellitari della superficie terrestre. Sono state eliminate le aree già coperte da foreste, le aree agricole e quelle urbane ed è stato stimato lo spazio disponibile. Con le nuove foreste la superficie boschiva aumenterebbe di più del 25 per cento. Secondo l’ultimo rapporto dell’Ipcc, per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi entro il 2050 potrebbe essere necessario piantare, o rigenerare in modo naturale, un miliardo di ettari di foresta.

Oltre a combattere la crisi climatica, rimboscare avrebbe altri effetti positivi, come il mantenimento della biodiversità. Si tratta comunque di un processo da gestire con attenzione, poiché in alcune situazioni potrebbero aumentare gli incendi e i danni alle colture causati dalla fauna selvatica, e potrebbe diminuire la disponibilità d’acqua. Ma, per cominciare, bisognerebbe almeno fermare la deforestazione in atto.

(Claudia Grisanti, Internazionale cc by nc sa)

Foto thiago japyassu CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.