Le prime sei offerte di lavoro all’Autorità europea del lavoro (ELA) a Bratislava

La Commissione europea ha pubblicato sul nuovo sito web dell’Autorità europea del lavoro (ELA) le prime sei offerte di lavoro dell’ente comunitario che inizierà a lavorare dal 1° ottobre di quest’anno. La scadenza per la presentazione delle domande scade il 6 agosto. Le attività dell’agenzia inizieranno il prossimo 16 ottobre con la prima riunione del Consiglio di amministrazione di ELA e la presentazione del programma di lavoro.

«L’Autorità europea del lavoro è stata creata in tempi record», ha affermato Marianne Thyssen, Commissaria per l’occupazione, gli affari sociali, la mobilità delle competenze e del lavoro. Nel mese di settembre 2017, l’allora presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha annunciato l’idea di un’autorità europea del lavoro nel suo discorso sullo stato dell’Unione. La proposta di creare un’autorità del lavoro è stata presentata nel marzo 2018 e nel febbraio di quest’anno il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio. Il 13 giugno, il Consiglio per l’occupazione, la politica sociale, la salute e i consumatori durante la riunione tenutasi a Lussemburgo ha scelto Bratislava come sede dell’ELA. «Sono fiduciosa che il suo trasferimento a Bratislava sarà altrettanto fluido e veloce. L’Autorità inizierà a operare a Bruxelles in ottobre fino al suo trasferimento nella città ospitante. Attendo con ansia la creazione dell’Autorità e inizierò a lavorare a Bratislava il prima possibile», ha aggiunto Marianne Thyssen.

Con oltre 17 milioni di europei che vivono o lavorano in un altro Stato membro dell’UE, l’Autorità europea del lavoro aiuterà le persone, le imprese e le amministrazioni nazionali a sfruttare le opportunità offerte dalla mobilità transfrontaliera fornendo informazioni sui diritti e gli obblighi in gioco. esercitare un’attività commerciale in un altro paese. L’organismo è visto come uno strumento cruciale per facilitare il lavoro degli Stati membri, rafforzare il coordinamento e applicare una legislazione del lavoro europea equa, semplice ed efficace in aspetti quali le ispezioni, nonché nella lotta contro lavoro sommerso e risoluzione di conflitti tra paesi. Il regolamento di base entrerà in funzione quest’anno. L’Autorità del lavoro dovrebbe raggiungere la sua piena capacità operativa entro il 2024 con circa 140 impiegati.

(Fonte Buenos días Eslovaquia)

Illustr. sk4ela.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.