Trattato UE-Usa sui farmaci a rischio per colpa della Slovacchia

La Slovacchia è l’ultimo paese che non rispetta le condizioni di un trattato UE-USA sul reciproco riconoscimento delle licenze di produzione di medicinali. Gli Stati Uniti non accettano gli standard dell’autorità slovacca per i farmaci ŠÚKL, e il governo slovacco non ha finora adottato tutta la legislazione richiesta. Se non si troverà una soluzione per attenersi ai requisiti statunitensi entro la metà di luglio, il trattato UE-USA, che faciliterrebbe il commercio delle medicine europee in Usa e viceversa, sarà bloccato.

Tra le ragioni principali del contendere vi è il caso dell’azienda farmaceutica slovacca Unimed Pharma, che produce colliri e farmaci oftalmici e che in passato ha superato i test di qualità ŠÚKL. Dopo una ispezione degli esperti statunitensi nello suo stabilimento di produzione l’anno scorso, la società ha perso la licenza per ragioni igieniche ed è stata costretta a interrompere la produzione, tutt’ora ferma. Secondo ŠÚKL, la società non avrebbe ancora attuato le misure correttive raccomandate che garantirebbero la qualità dei medicinali prodotti secondo i principi delle buone pratiche di fabbricazione.

(Red)

Foto Belova59 CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.