Le famiglie slovacche consumano due terzi dell’energia per il riscaldamento

Le famiglie europee consumano in media un quarto dell’energia utilizzata nell’Unione europea, in particolare per il riscaldare le case, un impiego che vale i due terzi del consumo finale di energia nel settore abitativo. Il gas naturale (36%) e l’elettricità (24%) sono le fonti più utilizzate nelle case.

Secondo una analisi di Slovenská sporiteľňa, le famiglie slovacche non differiscono di molto da quelle europee. L’energia più utilizzata è per il riscaldamento domestico (68,3%), seguita dal riscaldamento dell’acqua (14,8%), dall’illuminazione (11,7%), dalla cottura degli alimenti (5,6%) e dall’aria condizionata (0,1%). Viene utilizzato prevalentemente il gas naturale (64,5%), seguito dal calore secondario (26%), l’elettricità (5,7%), le fonti di energia rinnovabile (1,9%), i combustibili solidi (1,4%) e i prodotti petroliferi (0 4%).

Per la famiglia media slovacca, alloggio, acqua, elettricità e gas costano quasi un quarto del paniere di spesa, costi che sono cresciuti significativamente in Slovacchia dal 2007, quando rappresentavano il 14,3% del totale. I prezzi dell’energia sono cresciuti nelle borse merci negli ultimi mesi, e sono attesi crescere anche il prossimo anno per i consumatori finali.

(Red)

Illustrazion MaxPixel CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.