Rapporto dell’Intelligente: Slovacchia bersaglio della propaganda filo-russa

Nel rapporto annuale sulle sue attività per il 2018, il Servizio di intelligence slovacco (SIS) ha scritto che la Russia ha svolto attività di influenza dell’opinione pubblica in Slovacchia allo scopo di mantenere la simpatia della gente nel paese, la sua cultura e la politica russa. Al tempo stesso, i russi hanno operato per indebolire le forze apertamente scettiche o critiche nei confronti di Mosca e per creare l’impressione che la Slovacchia sia uno stretto alleato della Russia e che – nonostante sia membro della NATO e dell’UE – «rispetta e comprende gli interessi russi».

Secondo il SIS, sono state condotte campagne di propaganda principalmente attraverso i media alternativi, che sono state «concentrate in particolare sulla diffusione di notizie false o disinformazione per screditare l’UE e la NATO in quanto organizzazioni inaffidabili». La relazione spiega che gli agenti dei servizi segreti russi attivi in Slovacchia hanno diretto le loro attività contro gli interessi della Slovacchia come membro dell’UE e della NATO. Le operazioni sono state svolte «prevalentemente sotto copertura diplomatica, tentando di reclutare collaboratori negli organi centrali dell’amministrazione statale, delle forze di sicurezza e nell’ambito dell’energia e della difesa», si legge nel testo.

(Red)

Foto khalid Albaih cc by nc sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.