SIS: i migranti irregolari entrano in Slovacchia con metodi più sofisticati

Sono proseguiti nel 2018 i tentativi di cittadini di paesi ad alto rischio di entrare illegalmente nel territorio slovacco, facendo sempre più uso di pratiche sofisticate tra cui permessi di soggiorno appositamente predisposti rilasciati da imprenditori e matrimoni fittizi. In ogni caso, il numero di migranti illegali in arrivo nell’UE nel 2018 è stato il più basso degli ultimi cinque anni, si legge nella relazione 2018 sulle attività del Servizio di intelligence slovacco (SIS) pubblicata a fine giugno.

Sono coinvolti in queste attività principalmente gruppi organizzati di individui specializzati nel fornire residenza in Slovacchia a cittadini di Iran, Ucraina, Russia e delle ex repubbliche sovietiche, Egitto, Siria e Turchia. Il loro scopo è ottenere la residenza a persone provenienti da paesi a rischio per fini di lavoro, ricongiungimento familiare, studio e matrimonio, con l’obiettivo, nella maggior parte di questi casi, di ottenere la residenza legale nell’area Schengen. «Il carattere straordinariamente redditizio dei metodi sempre più sofisticati per l’immigrazione illegale aprono la strada a un aumento dei gruppi criminali organizzati che si nascondono sotto la copertura di società commerciali», si legge nel documento del SIS.

(Red)

Foto financnasprava.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.