Il governatore del Friuli Venezia Giulia: vogliamo anche noi un muro anti-migranti

Un muro di 243 chilometri al confine est, «un’ipotesi che si sta valutando col Viminale». È l’idea del governatore del Friuli Venezia-Giulia, Massimiliano Fedriga della Lega. «Certo che se l’Europa non tutela i suoi confini noi saremo costretti a fermare l’ondata migratoria che avanza attraverso altri Paesi dell’Ue con tutti i mezzi – ha dichiarato Fedriga al Fatto Quotidiano -. Non possiamo mettere poliziotti a ogni metro, anche se le misure di vigilanza, grazie al nuovo piano del Viminale, stanno dando i loro frutti». Sarà «un muro o altro», ma «dobbiamo respingere un fenomeno che attenta alla tranquillità dei nostri concittadini, alla nostra sicurezza», replica a chi contesta l’idea. (Fonte La Stampa)

Nel frattempo, dal 1° luglio prendono il via controlli congiunti ai confini tra Italia e Slovenia, con l’obiettivo di contrastare l’ingresso di migranti irregolari in Friuli Venezia Giulia. In campo pattuglie miste sui confini comuni, con l’obiettivo di arginare il flusso, modesto ma continuo, di migranti lungo la cosiddettas rotta balcanica, ai cui paesi il governatore Fedriga chiede «piena collaborazione, a iniziare dalla Croazia. L’Italia e la Slovenia non possono infatti essere le uniche due realtà a combattere l’immigrazione clandestina: ognuno deve fare la sua parte e presidiare i confini del proprio territorio”. (Fonte Aise)

 

Foto: il muro ungherese anti-migranti
costruito nel 2015. Bőr Benedek cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.