Celebrati i 100 anni dell’Università Comenius di Bratislava

L’Università Comenius di Bratislava è il più antico centro accademico del paese. Il primo istituto ad offrire corsi universitari in lingua slovacca nel territorio della Repubblica Cecoslovacca è stato  fondato il 27 giugno 1919 in onore di Jan Amos Komenský (Iohannes Amos Comenius, 1592-1670), teologo, filosofo e pedagogista cosmopolita di origine morava, che era convinto del ruolo importante dell’educazione per lo sviluppo umano.

Oggi l’Università Comenius è una moderna istituzione universitaria europea, con 13 facoltà, oltre 800 titoli universitari suddivisi in tre gradi. È frequentato da oltre 22.000 studenti slovacchi e da oltre 3.000 giovani provenienti da 80 paesi, che rappresentano rispettivamente il 16% e il 20% degli studenti universitari totali. L’università ha anche il maggior numero di studenti di dottorato in Slovacchia, il 27% del totale nazionale.

L’Università Comenius conta 26 gruppi scientifici, partecipa a numerosi progetti scientifici sia in patria che all’estero e pubblica circa un quarto dei documenti accademici delle università slovacche presenti nel database Web of Science. In diverse classifiche mondiali l’Università Comenius è al primo posto tra le istituzioni accademiche del paese per le sue attività di ricerca scientifica, in particolare nei campi della fisica, della chimica e della medicina clinica. Impiegando oltre 4.400 persone, può anche essere considerato uno dei più grandi datori di lavoro del paese.

In occasione del centenario della fondazione, giovedì scorso si è svolta presso l’Aula magna dell’Università una celebrazione speciale della comunità accademica alla presenza della presidente della Repubblica Zuzana Čaputová, del primo ministro Peter Pellegrini e del presidente della Corte costituzionale Ivan Fiačan. «Speriamo che in futuro l’Università Comenius diventi un centro di eccellenza assoluto nel mondo accademico slovacco. La Repubblica Slovacca ha urgente bisogno che le nostre università e istituti superiori diventino un luogo in cui si sviluppano le potenzialità intellettuali e culturali del Paese», ha affermato durante la cerimonia Čaputová, invitata non solo come capo dello Stato ma anche quale laureata alla Comenius, in giurisprudenza (nel 1996). «Sono convinta che la Slovacchia, senza i 100 anni di attività di questa università, non sarebbe un paese istruito e culturale come lo è ora». «In altri paesi le università sono state fondate da papi, imperatori e re come luoghi di apprendimento, istruzione e invenzione creativa. Nessun mecenate ci ha dato la nostra università, l’abbiamo fondata noi stessi quando è stata fondata la Cecoslovacchia. Anche grazie, va detto, al grande aiuto dei professori dell’Università Carlo di Praga». Quanto fatto fino ad oggi da questo ateneo, ha detto la presidente, è ammirevole e merita tutto il nostro rispetto, ma «poiché stiamo parlando di un’università che non è solo la più antica, ma anche la più grande e importante università della Repubblica slovacca, è comprensibile che ci aspettiamo di più. In particolare, ci aspettiamo che, come in passato, l’Università Comenius sarà il centro assoluto di eccellenza nell’ambiente universitario slovacco, che continuerà a migliorare e raggiungere le università mondiali. La Repubblica Slovacca ha bisogno urgentemente che le nostre università e college diventino luoghi in cui il potenziale intellettuale e culturale del paese sarà sviluppato e apprezzato».

Pellegrini ha rilevato sul suo profilo social che «In Slovacchia, abbiamo bisogno di un’istruzione di qualità, inclusa l’istruzione superiore, e per il suo sviluppo sono necessarie università rinomate con una lunga tradizione».

Il rettore Marek Števček ha assegnato una medaglia d’oro commemorativa al presidente della Corte costituzionale della Repubblica Ceca, Pavel Rychetský, «esempio di integrità personale e morale», per il suo contributo allo sviluppo della democrazia, della scienza giuridica e dello stato di diritto. Le celebrazioni sono culminate con un concerto della Filarmonica Slovacca, una fantasia sinfonica composta appositamente per il centenario dell’università.

Il Museo della città di Bratislava (Radničná 1) ospita una mostra dedicata all’anniversario dal titolo: “Prvá dáma vzdelávania: 100 rokov Univerzity Komenského” (in inglese “First Lady of Education: 100 Years of Comenius University”). Un francobollo e una moneta speciale sono stati emessi per commemorare il centenario della fondazione dell’università. Il valore postale da € 1,90 raffigura il ritratto di Jan Amos Comenius e il principale edificio dell’università, sulla piazza Šafárikovo a Bratislava.

(Fonte BDE, Red)

Foto Jozef Kotulič cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.