Pellegrini: non sono candidato alla presidenza del Consiglio UE

La scorsa settimana si sono fatte intense le voci di una potenziale ambizione del primo ministro slovacco Peter Pellegrini ad una delle posizioni di vertice dell’UE. Le suggestioni hanno preso forza nel vertice dei leader dell’UE che si è tenuto giovedì e venerdì scorsi, nei quali la discussione per le nuove cariche UE dopo il voto per il Parlamento europeo di maggio ancora non hanno prodotto risultati. Al termine del vertice a Bruxelles, Pellegrini aveva negato decisamente di essere in lizza per un posto di primo piano nelle strutture dell’UE.

Un quotidiano slovacco (Pravda) aveva scritto che il premier avrebbe un forte interesse alla carica di presidente del Consiglio europeo, posizione occupata oggi dal polacco Donald Tusk. Pellegrini ha chiarito che «non sono in competizione per nessun posto in UE». Fa piacere se il mio nome viene citato, e «lo considero un complimento, ma non è vero che stia cercando» in qualunque modo di intraprendere azioni o esercitare pressioni per avere un tale incarico, ha specificato Peter Pellegrini.

Qualcosa del genere ha dovuto ripetere ieri davanti alla commissione parlamentare per le questioni europee, spiegando che si può trattare di informazioni diffuse per sviare le indagini giornalistiche sui veri nomi su cui si starebbe puntanto l’attenzione dietro le quinte. In questi giorni, i leader UE stanno decidendo chi diventerà il nuovo presidente della Commissione europea, del Consiglio europeo, oltre all’Alto rappresentante della diplomazia europea e al presidente della Banca centrale europea, un dibattito che culminerà domenica 30 giugno in un vertice straordinario dei primi ministri e presidenti dell’UE.

Se invece l’interesse di Pellegirni fosse sincero, non sarebbe difficile leggervi la voglia di uscire dalle paludi dello Smer-SD, dove il leader Fico non vuole mollare il comando mentre dalla base arrivano segnali di disaffezione e dai funzionari locali vengono espresse aperte critiche, mentre la sua popolarità in Slovacchia è in continua crescita, non solo tra i sostenitori socialdemocratici.

(Red)

Foto Vlada SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.