Due MiG-29 decollano per intercettare un aereo passeggeri italiano

Momenti di tensione, domenica sera, nei cieli della Slovacchia, con due caccia in volo per scortare un aereo di linea italiano che aveva perso i contatti radio. L’allarme, come ha informato il ministero della Difesa, è scattato intorno alle 21.30, quando un Airbus 320 in servizio sulla rotta tra Milano e Charkiv (seconda città dell’Ucraina) è  ̏scomparso˝ dai collegamenti con i controllori del traffico aereo slovacchi. Una situazione che ha immediatamente messo in stato di allerta due caccia MiG-29 inclusi nel sistema NATINAMDS (Sistema di difesa aerea e missilistica integrata della Nato), che sono decollati dalla base di Sliač (distretto di Zvolen) per affiancare il velivolo italiano e scortarlo fino al confine con l’Ucraina.

E, proprio in quei momenti, nelle zone di Rožňava e Košice, i residenti hanno potuto udire un boato simile a una esplosione, causato dal superamento del muro del suono da parte dei due velivoli da combattimento. «Ci scusiamo con gli abitanti per quanto accaduto – ha dichiarato il portavoce del ministero – ma queste situazioni sono legate alla garanzia di sicurezza per tutti i cittadini slovacchi, poiché i caccia delle forze armate slovacche sono responsabili della protezione dello spazio aereo della Repubblica Slovacca 24 ore al giorno, sette giorni su sette. E questi decolli ne fanno parte». Gli aerei da combattimento inseriti nel sistema NATINAMDS intervengono non soltanto contro gli intrusi dello spazio aereo, ma anche come aiuto ad aeromobili in difficoltà e «la perdita di connessione è una delle cause più comuni di decollo improvviso da parte di questi aerei».

L’aereo passeggeri italiano della compagnia low-cost Ernest,un Airbus A320 dalla capacità di 150 passeggeri partito da Malpensa, ha comunque ripristinato le comunicazioni con il centro di controllo e il volo è proseguito senza intoppi fino a destinazione, senza necessità di ulteriore supporto da parte dei caccia slovacchi.

(Francesco Pizzigallo)

Foto MO SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.