Un terzo degli slovacchi non può affrontare spese improvvise

Le statistiche UE sulle condizioni di vita e di reddito, che sono state pubblicsate dall’Ufficio di Statistica slovacco, mostrano una situazione altalenante. Il 16% della popolazione slovacca, secondo i dati, risulta essere in condizioni di povertà, soprattutto se disoccupati, famiglie monoparentali e famiglie con 2 adulti e oltre 3 bambini. Un bambino su cinque vive in una famiglia povera, quattro slovacchi su dieci non possono permettersi di pagarsi una settimana di ferie e un terzo della popolazione non è in grado di affrontare spese impreviste.

L’Ufficio di Statistica avvisa che a maggior rischio di povertà sono i bambini provenienti da ambienti socialmente svantaggiati, una condizione che influenza la loro istruzione e il loro futuro impiego, ripercuotendosi sui loro introiti. Inoltre, la povertà nel lungo periodo influenza lo sviluppo della personalità dei bambini. Il livello definito “rischio di povertà” è fissato in Slovacchia a un reddito mensile inferiore a 373 euro. Per una famiglia di quattro membri tale limite si alza a 783 euro.

Le statistiche dell’UE mostrano inoltre altre facce della scarsità di reddito, ovvero la difficoltà ad affrontare costi inaspettati per un terzo degli abitanti della Slovacchia e la impossibilità per un quarto dei cittadini di pagarsi una settimana di vacanza. I numeri mostrerebbero l’aumento delle persone in queste tipologie di situazioni, in cui si trovano famiglie sulla cui capacità di spesa incombono spese arretrate non pagate.

La regione di Bratislava è la meno toccata da questi fenomeni: solo il 4,5% della sua popolazione vive in condizioni di indigenza, mentre al contrario nella regione di Prešov, quella che ha il maggior tasso di popolazione Rom, il rischio di povertà tocca il 19% dei cittadini.

Nel complesso, tuttavia, la Slovacchia è tra i paesi con il più basso tasso di povertà ed esclusione sociale nell’UE. I dati del 2017 la mettono al terzo posto nell’UE, dietro solo a Repubblica Ceca e Finlandia. La Bulgaria è il paese con il maggior rischio di povertà in UE, con quasi il 39% dei suoi cittadini in condizioni di indigenza.

(Fonte RTVS)

Foto Vagus.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.