Rientro dei cervelli, l’Italia apre il bando del Programma Levi Montalcini 2018

Oltre 5 milioni di euro per finanziare il rientro in patria di giovani ricercatori italiani. Li prevede il Programma Rita Levi Montalcini, il cui bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 giugno. Destinato ad attrarre giovani studiosi ed esperti italiani e stranieri impegnati stabilmente all’estero in attività di ricerca o didattica, il bando è finanziato con 5,5 milioni a valere sulle risorse del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) delle Università per l’anno 2018. Il bando prevede 24 contratti da ricercatore (ai sensi della legge 240/2010, art. 24, comma 3 lettera b).

Il Programma è rivolto anche quest’anno a studiosi di ogni nazionalità in possesso del titolo di dottore di ricerca o equivalente che stiano svolgendo all’estero da almeno tre anni attività didattica o di ricerca post dottorale. Per agevolarne l’assunzione e lo svolgimento del progetto di ricerca presso le Università, il Ministero ha chiesto anticipatamente agli atenei la disponibilità ad accogliere i vincitori del Programma Montalcini che, nel caso dovessero ottenere l’abilitazione scientifica e la valutazione positiva dell’università nel terzo anno del contratto, saranno inquadrati nel ruolo di professori associati.

I vincitori potranno indicare cinque atenei statali in ordine di preferenza, dove intendono svolgere il loro progetto di ricerca. L’invio delle domande è previsto per via telematica, utilizzando l’apposito sito web MIUR-Cineca.

(aise)

Foto airmanmagazine cc by nc

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.