Ex dipendente licenziato spara in azienda, uccide il suo capo e si toglie la vita

Due corpi a terra senza vita. Questo il risultato dell’atto sconsiderato di un ex dipendente licenziato da una azienda meccanica di Dubnica nad Váhom, cittadina nella regione di Trenčín, che ha sparato a un suo superiore. Una chiamata delle 9:01 di lunedì mattina al numero di emergenza 155 ha fissato il momento in cui la tragedia si è conclusa. Niente da fare per le due persone coinvolte (39 e 59 anni), che all’arrivo dei soccorritori erano già spirate. La società, che ha sede nel locale parco industriale e fa parte di un gruppo internazionale di capitale tedesco, è produttrice di macchine e linee di produzione per clienti nei settori automotive, dell’alluminio, della gomma e del ricliclaggio.

Il fatto è avvenuto nell’edificio dove ha sede l’amministrazione dell’azienda. L’ex dipendente, lasciato a casa per presunti problemi di droga e assenza dal lavoro, si è presentato in ditta, in bicicletta, mentre era in corso la riunione dello staff direttivo. Aveva con sé due pistole, entrambi modelli a percussione per i quali non serve la licenza, e ha sparato al superiore, girando poi la seconda arma contro se stesso per esplodere un secondo colpo mortale. I due non solo si conoscevano molto bene, ma erano anche vicini di casa nel centro della città. Non c’è tuttavia uniformità di vedute su quello che è successo, e gli inquirenti devono ora ricostruire il puzzle di quanto successo, soprattutto comprendere se il caposquadra fosse o meno il vero obiettivo del 39nne licenziato. Secondo TV Markiza avrebbe avuto in programma di uccidere anche un’altra persona, il direttore di produzione, che però non era in riunione ma a una lezione di inglese. La maggior parte dei 350 dipendenti non aveva visto né sentito nulla finché per l’azienda non hanno iniziato ad aggirarsi poliziotti che indossavano giubbotti antiproiettile. Tutti sono poi stati mandati a casa non appena possibile.

(Red)

Foto FB/Polícia SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.