La Slovacchia tra i paesi più protetti nel campo della sicurezza alimentare

Una conferenza organizzata a Bratislava dal ministero dell’Agricoltura e Sviluppo rurale ha promosso il messaggio che non possono esistere, all’interno dell’Unione europea, consumatori di seconda categoria. All’evento, realizzato in cooperazione con l’ambasciata francese e la Camera di commercio franco-slovacca, intitolato “Il consumatore al centro dell’interesse”, la ministra Gabriela Matečná (SNS) ha sottolineato che nel suo mandato ha dato «un’alta priorità alla qualità del cibo. La Slovacchia è percepita da tempo dalla Commissione europea come un paese che ha un sistema di controllo affidabile. Il caso del fipronil, la presenza di carne di manzo con salmonella e il caso della carne bovina senza controllo veterinario sono stati valutati come esemplari», ha detto. Tra le priorità dell’UE c’è la fiducia dei consumatori nei prodotti venduti sul mercato unico europeo, e i consumatori sono la parte più debole della catena, per cui è fondamentale una maggiore protezione dei loro diritti. In questo ambito rientra anche la lotta contro la doppia qualità dei prodotti, alimentari e non, una circostanza che ha visto la Francia al fianco di Bratislava e di altri paesi dell’Europa centro-orientale, ha detto Matečná.

(Red)

Foto minagri.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.