Bruxelles alla Slovacchia: occhio a sostenibilità politica economica

Le raccomandazioni per la Slovacchia di primavera della Commissione europea puntano la propria attenzione sul conseguimento degli obiettivi di bilancio per il prossimo anno, sempre tenendo un occhio alla sostenibilità a lungo termine delle finanze pubbliche. La Commissione pone l’accento sul nuovo limite costituzionale dell’età pensionabile, recentemente fissato a 64 anni, con il quale è stato abrogato il sistema di adeguamento automatico dell’età pensionabile in base alla crescita dell’aspettativa di vita. Si ricorda che ad oggi nessuna misura compensativa è stata presentata per limitare l’impatto sui conti dello Stato, e nemmeno è stato fatto un calcolo di quale sarà l’influenza di tale provvedimento sulle pensioni.

La Slovacchia dovrebbe migliorare qualità e inclusività dell’istruzione a tutti i livelli, promuovere le competenze e migliorare l’accesso a servizi per l’infanzia e per l’assistenza sanitaria a lungo termine di qualità e a prezzi accessibili. Senza dimenticare l’integrazione dei gruppi svantaggiati, in particolare l’etnia rom.

La politica economica del paese, secondo Bruxelles, dovrebbe mirare a investire in sanità, ricerca e innovazione, trasporti, infrastrutture digitali, efficienza energetica, competitività delle PMI e alloggi sociali, con uno sguardo alle disparità regionali. Necessario anche continuare a migliorare l’efficienza del sistema giudiziario e a rafforzarne l’indipendenza, anche nel sistema di nomina dei giudici.

Tra le raccomandazioni vi è inoltre un richiamo all’impegno essenziale per individuare e perseguire la corruzione, specialmente nei casi di corruzione su vasta scala.

(Red)

Foto Matthias v.d. Elbe cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.