Il presidente Kiska alla conferenza Globsec: abbiamo bisogno di un’Europa forte e unita

Maggiore integrazione, investimenti nella sicurezza. Per una Europa indipendente, più unita e più forte. Questo il pensiero dell’uscente presidente della Repubblica Slovacca, Andrej Kiska, intervenuto ieri alla conferenza sulla sicurezza Globsec 2019 a Bratislava. «Per soddisfare le nostre ambizioni – ha dichiarato – dobbiamo essere più integrati. Il ritorno agli Stati nazionali non è una soluzione, dobbiamo essere più europei, non solo nei nostri discorsi e non solo a Bruxelles». Secondo Kiska, essere europei «significa rispettare lo stato di diritto, difendere la libertà dei media e la società civile, perché la nostra Unione europea non è soltanto un progetto economico, ma una unione di valori e principi democratici». Il presidente, al suo ultimo discorso di politica estera, si è anche soffermato sulle relazioni tra Europa e NATO, sottolineando che «se investiamo nelle nostre forze, rafforzeremo il pilastro europea della NATO e rafforzeremo l’Europa. Ecco perché dobbiamo investire nelle forze armate, per poter agire in modo indipendente, senza dipendere dagli altri».

(Francesco Pizzigallo)

Foto prezident.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.