Bratislava, una nuova stazione di polizia per la sicurezza di via Obchodna

Una stazione della polizia municipale su via Obchodna, a Bratislava. Potrebbe essere aperta già entro la fine del mese di luglio. Il progetto, annunciato in una conferenza stampa ieri, è la risposta dell’amministrazione comunale della capitale per dare maggiore sicurezza a una delle principale strade commerciali della città, nonché fulcro della vita notturna e, purtroppo, teatro negli ultimi tempi di tanti, troppi episodi alquanto spiacevoli. Gli ultimi, in termini di gravità, l’omicidio del ragazzo filippino Henry Acorda un anno fa e, la scorsa settimana, la sparatoria che ha fatto registrare tre feriti, tra cui una ragazza di quindici anni. Avvenimenti drammatici, purtroppo non gli unici in una zona più volte al centro delle cronache, specie nei weekend, per risse, schiamazzi, aggressioni più o meno violente. Tanti campanelli d’allarme che hanno fatto salire l’attenzione sul tema sicurezza. La polizia, dal canto suo, già da diverse settimane, ha raddoppiato il numero delle pattuglie in servizio su Obchodna e strade limitrofe.

Adesso, in un clima di collaborazione tra tutte le parti in causa, si muove anche il Comune. Tutti insieme, nella stessa direzione, per evitare che una escalation di insicurezza prenda il sopravvento su una delle parti più frequentate di Bratislava. «Stiamo preparando – fa sapere il Comune sul sito internet della città – una serie completa di misure per includere, oltre al lavoro repressivo della polizia, una cooperazione coordinata tra operatori economici, residenti o lavoratori sul campo. Il nostro interesse e il nostro obiettivo è rendere Obchodná e l’area circostante un luogo sicuro sia durante la notte che durante il giorno. Ci rendiamo conto che la presenza permanente di forze di polizia su questa strada è importante. Per questo motivo abbiamo già esteso le pattuglie della polizia municipale».

Allo stesso tempo «stiamo facendo del nostro meglio per istituire proprio a Obchodna una stazione di polizia cittadina che aumenterà permanentemente la presenza delle forze di sicurezza in questo luogo». Lo spazio è già stato individuato e i lavori di ristrutturazione sarabbero già iniziati. «Con la creazione di questa nuova stazione – si legge ancora nella nota dell’amministrazione comunale – stiamo introducendo un modello completamente nuovo del funzionamento della polizia municipale, che non ha precedenti a Bratislava, ma nemmeno in Slovacchia. Vogliamo che la polizia sia ancora più aperta alle persone. In questo nuovo posto di lavoro, gli agenti si occuperanno dell’ordine pubblico, ma anche di reclami e richieste di informazioni. Opererà presso la stazione un team speciale di unità di intervento: abbiamo selezionato candidati della polizia cittadina con i migliori prerequisiti per operare in aree vulnerabili. Nelle prossime settimane, saranno sottoposti a una formazione che si concentrerà su competenze specifiche e conoscenze precise su come operare in tali luoghi».

Dunque, nuova stazione della polizia municipale. Ma non è tutto. Il Comune sta infatti lavorando anche all’espansione delle rete di telecamere a circuito chiuso nella zona di Obchodna. Con la consapevolezza, comunque, che i controlli e la repressione sono solo uno degli strumenti, non l’unico. Per questo, sottolinea ancora il Comune, «dobbiamo anche prendere molte misure con i singoli attori della vita su questa strada. Questo è il motivo per cui abbiamo comunicato con residenti e aziende per diversi mesi. Abbiamo avuto incontri individuali e discussioni di gruppo. Oltre alle statistiche ufficiali della polizia, l’esperienza e le raccomandazioni di cittadini e visitatori sono per noi la chiave. A tale scopo, abbiamo condotto un sondaggio online in cui siamo riusciti a ottenere oltre 3600 risposte riguardo alla percezione della sicurezza e della vita notturna su Obchodna». Sulla stessa lunghezza d’onda anche le dichiarazioni del sindaco di Bratislava, Matuš Vallo: «Le misure di polizia sono una necessità, ma non possono coprire l’intero problema. Dobbiamo coinvolgere tutte le parti in causa, tutti i fruitori di questi spazi. E questa è la direzione della leadership della città: coinvolgere tutti e non fare affidamento esclusivamente su una presenza più massiccia della polizia».

(Francesco Pizzigallo)

Foto FB/Mestská polícia Bratislava
Janusz Jakubowski cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.