Gli Avion Travel venerdì 7 giugno in concerto a Bratislava

Un’occasione da non perdere. Gli Avion Travel, band raffinata eppure popolare di prima grandezza che da quasi quattro decadi conduce un proprio percorso musicale originale e un po’ bislacco, saranno a Bratislava venerdì 7 giugno con il loro Privé Tour 2019 per un concerto che promette di regalare momenti di grande incanto. La serata, a ingresso libero, sarà anche il momento di apertura ufficiale del festival Dolce Vitaj 2019, la fortunata rassegna che ormai da dodici anni offre al pubblico slovacco chicche preziose del sapere italiano nei campi dell’arte, della musica, del cinema, e di altre branche dell’umana cultura.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Nata all’inizio degli anni ’80 a Caserta, la Piccola Orchestra Avion Travel, dopo gli avvi rock e poi pop, si è mossa nel corso degli anni dentro un territorio poco esplorato della scena musicale italiana e non solo, sperimentando sonorità che spaziano dalla tradizione melodica e folclorica dello Stivale a tutta una memoria di atmosfere jazz e pop, innesti a volte piccoli a volte importanti nel tessuto della composizione che restituiscono all’ascoltatore sentimenti controversi ma mai indifferenti. Non a caso, il nome del gruppo è stato ‘rubato’ a un’agenzia di viaggi della loro città, proprio a dimostrare come tutto il lavoro musicale che hanno svolto in questi anni è un lungo, lunghissimo viaggio, questa volta senza una vera destinazione finale ma per il solo gusto di vagabondare qui e là, dove porta il vento. La loro sapiente arte della composizione, che li ha fatti definire da qualcuno ‘artigiani della canzone’, li porta a creare musica che è capace di resistere al logorio del tempo che passa.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

La faccia così particolare, l’uso della voce e le movenze sul palco del frontman del gruppo, Peppe Servillo, una vera e propria maschera che sembra uscita dalla tipica tradizione della commedia dell’arte, rende ogni esibizione della band, con la complicità degli altri componenti, una sorta di rappresentazione di teatro musicale impossibile da etichettare, un evento nel quale la musica è solo una parte dello spettacolo, perché più di quello a cui si assiste importano le sensazioni, le emozioni che lo spettatore prova. E in effetti gli Avion Travel hanno anche frequentato questo genere ‘ufficialmente’, ad esempio con l’opera musicale in un atto La guerra vista dalla luna, un bel successo portato nei teatri con Fabrizio Bentivoglio nel 1995.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Il clou della loro carriera gli Avion Travel l’anno avuto nel 2000, quando con la canzone Sentimento hanno vinto il Festival di Sanremo nell’edizione ,, aggiudicandosi contemporaneamente il premio della critica, raro esempio di univocità del voto popolare e di quello degli ‘esperti’. Il premio della critica lo avevano del resto già conquistato anche due anni prima, nel 1998, quando parteciparono con Dormi e sogna. Hanno composto vari pezzi musicali per la radio, la televisione, il teatro ed il cinema. Ma a dimostrare quanto l’ispirazione li abbia portati a vagare da un lato all’altro della Musica, sempre nella città della Riviera di Ponente avevano vinto nel 1987 il Festival “Sanremo Rock”, con Sorpassando, una composizione che si rifaceva per l’appunto alle origini rock del gruppo. Hanno inoltre dedicato tournée e dischi a grandi musicisti della tradizione italiana, come Uomini in frac per i 50 anni di Nel blu dipinto di blu di Modugno, o L’amico magico dedicato a Nino Rota, un disco per il quale hanno vinto la Targa Tenco nel 2010.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Tra le tante collaborazioni avute sono da ricordare quelle con Paolo ConteEnzo Avitabile e Andrea Bocelli. A livello internazionale, il gruppo ha inoltre lavorato con il produttore Arto Lindsay, uno dei padri della no wave newyorkese (Sonic Youth, Lydia Lunch), e con all’attivo già storiche collaborazioni con David Byrne, Ryuichi Sakamoto, Caetano Veloso e Marisa Monte.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Il carismatico cantante Peppe Servillo è fratello dell’attore Tony Servillo, interprete tra i più conosciuti del cinema italiano e icona del regista Paolo Sorrentino, per il quale ha interpretato il Premio Oscar “La grande bellezza”. A memoria ricordiamo soltanto un’altra coppia di fratelli, o meglio, sorelle d’arte in Italia, Teresa De Sio, cantante, e Giuliana De Sio, e guarda caso anch’esse provenienti dalla stessa regione.

Questa la formazione del gruppo che si presenta domani a Bratislava:

Peppe Servillo (voce)
Peppe D’Argenzio (voce e sassofono)
Flavio d’Ancona (voce e vibrandoneon)
Duilio Galio (pianoforte, sintetizzatore e voce)
Ferruccio Spinetti (contrabbasso, basso elettrico e chitarra)
Mimmo Ciaramella (batteria)

Piccola Orchestra Avion Travel, Privé
Quando: venerdì 7 giugno 2019, ore 19:30
Dove: Sala grande della Radio slovacca
Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Bratislava in collaborazione con RTVS
L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.