Rubrica legale: il recupero dei crediti transfrontalieri

L’ordinanza europea di sequestro conservativo sui conti bancari è uno strumento legale introdotto per facilitare il recupero dei crediti transfrontalieri che può consentire al tribunale nel paese europeo di congelare i fondi nel conto bancario del debitore in un altro stato membro. La procedura si può usare solo in casi transfrontalieri. Il suddetto è stato adottato nella legislazione europea tramite il regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio n. 655/2014 e successivamente implementato nella legislazione slovacca della legge n. 54/2017 G.U. sull’ordinanza europea di sequestro conservativo sui conti bancari. Siccome si tratta di una legislazione concepita in forma di processo particolare, definiamo alcune specifiche nel seguente testo.

1. Come e dove è possibile avviare la procedura?

La domanda è presentata attraverso il modulo che è disponibile sul sito della giustizia elettronica europea in tutte le lingue degli Stati membri dell’Unione.

Per la procedura della domanda dell’ordinanza europea di sequestro conservativo sui conti bancari è competente il tribunale della persona verso la quale si rivolge l´ingiunzione. Se non è possibile identificare il tribunale competente in linea con il suddetto, per la procedura nella Repubblica Slovacca è competente il tribunale distrettuale di Banská Bystrica.

La domanda deve essere debitamente motivata e devono essere allegate tutte le prove dalle quali sia chiaro non solo il credito del creditore, ma anche la necessità di bloccare il conto bancario del debitore, che risulta dalla volontà del debitore di complicare o manomettere il recupero del credito. (ad esempio, le prove che indicano l’intenzione di trasferimento dei fondi ad un altro conto bancario per dissimulazione dei fondi a fronte di una possibile esecuzione).

La procedura è proposta come un effettivo e veloce strumento per prevenire la complicazione dell’esecuzione, che per ottenere il proprio fine, dovrà essere svolta senza la conoscenza del debitore. Qualora il debitore sappia della procedura che ha per l’obbiettivo la riduzione del suo diritto disporre, prima della terminazione della procedura, il debitore potrebbe trasferire i fondi dal conto bancario e in questione, complicare il conseguente recupero del credito. Per questo motivo, la legislazione presume che il debitore non sia informato della procedura di blocco del suo conto bancario prima che il suddetto conto bancario sia stato realmente bloccato.

2. Quando il tribunale può emettere un’ordinanza europea di sequestro conservativo sui conti bancari?

Qualora il tribunale consideri valida la necessità della domanda, emette la decisione al massimo entro la fine del decimo giorno lavorativo successivo al deposito o, se del caso, al completamento della domanda da parte del creditore. L’ordinanza emessa è esecutiva in tutti gli Stati membri senza nessuna necessita di un ulteriore riconoscimento.

Infine, ribadiamo che si tratta di un processo abbastanza complesso per la cui realizzazione soddisfacente, presume conoscenze legali e pratica del settore. Per questo motivo, per avvalersi del processo indicato nel testo, raccomandiamo agli imprenditori / creditori di affidare la stesura della domanda agli avvocati /studi legali.

Simona Krutáková


SMA advokátska kancelária s.r.o.

Vedi gli altri articoli della serie “legale”

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.