Parte l’indagine del ministero sula condotta della polizia nella sparatoria di Obchodna

Le autorità vogliono vederci chiaro. La sparatoria che venerdì scorso ha fatto tre feriti nel cuore di Bratislava, a Obchodna, rimane al centro dell’attenzione e, come prevedibile in casi del genere, gli ispettori del Ministero dell’Interno sono al lavoro per appurare che tutto si sia svolto nella massima correttezza e, soprattutto, nei termini previsti della legge. Ad annunciare l’avvio di un’ispezione nella giornata di ieri, come riferito dall’agenzia di stampa Tasr, è stato lo stesso ministro Denisa Saková, che ha anche incontrato gli agenti impegnati in quel drammatico pomeriggio nel centro della capitale. All’incontro ha partecipato anche il presidente del Corpo di Polizia, Milan Lučanský, il quale ha sottolineato che «i poliziotti autori dell’intervento a Obchodna hanno la mia piena fiducia».

Per fermare un uomo che aveva già accoltellato un dipendente dell’Amministrazione finanziaria davanti al Ministero delle Finanze, continuando poi a minacciare i passanti e gli agenti stessi, la polizia ha esploso alcuni colpi di pistola. Momenti concitati, che hanno fatto registrare anche il ferimento di una ragazza di 15 anni. «L’intervento è sotto revisione da parte del Ministero dell’Interno», ha dichiarato il ministro Saková all’agenzia Tasr, aggiungendo che «già da molto tempo, soprattutto durante i weekend, sulla strada Obchodna sono in servizio pattuglie doppie». In ogni caso, la ministra ha sottolineato che «la prima pattuglia era sul posto entro sette minuti» dal ricevimento di una segnalazione.

(Francesco Pizzigallo)

Foto minv.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.