Il volto di Kuciak al Journalist Memorial del Newseum a Washington

L’immagine di Ján Kuciak fa ora triste mostra di sé al Journalist Memorial del Newseum di Washington, dove il suo nome è stato aggiunto lunedì 3 giugno tra quelli di 21 giornalisti uccisi nel mondo nel 2018 a causa del loro lavoro. Il giornalista investigativo slovacco, che lavorava per il sito di notizie Aktuality.sk, è stato ucciso insieme alla fidanzata Martina Kušnírová nella loro casa il 21 febbraio 2018. Per quanto si sa ad oggi, l’omicidio è stato ordinato dall’imprenditore Marián Kočner per fermare Kuciak dall’andare ancora più a fondo nei suoi affari sporchi. Per il crimine sono incriminati, in custodia, Kočner e altre quattro persone. L’assassinio ha provocato massicce proteste pubbliche, le più importanti dalla Rivoluzione di velluto del 1989 che ha portato alla caduta del comunismo. Le piazze piene di gente infuriata e spaventata hanno portato alle dimissioni del primo ministro Robert Fico, del ministro degli Interni Robert Kaliňák e del capo della polizia Tibor Gašpar.

Sono stati 54 i giornalisti uccisi nel 2018, tra cui 11 morti in combattimento e 34 assassinati, secondo il Comitato per la protezione dei giornalisti. I 21 reporter, tra i quali il caso di maggior risonanza internazionale è stato il brutale assassinio del saudita Jamal Khashoggi, ucciso e fatto a pezzi ad Ankara da un commando inviato dal governo dell’Arabia Saudita, sono stati commemorati in una mesta cerimonia nel corso della quale i difensori dei diritti dei media hanno messo in guardia contro le crescenti minacce alla libertà di stampa in tutto il mondo. «Il memoriale e questo evento annuale ricordano a tutti noi ogni giorno che il mondo è un posto sempre più pericoloso per coloro che raccolgono e riferiscono le notizie – sia che si tratti dei pericoli insiti nel fare informazione dal campo di battaglia che dall’essere presi di mira da criminali, terroristi o governi repressivi», ha dichiarato Gene Policinski, presidente e direttore operativo del Freedom Forum Institute.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

I nuovi nomi si vanno ad aggiungere ad altre migliaia già celebrati nel Newseum. Sono 2344 i professionisti della stampa e dei media (non solo giornalisti ma anche fotografi, redattori, speaker di radio e televisione) attualmente riconosciuti nel Journalist Memorial, che comprende nomi risalenti al 1837. Il Journalist Memorial è un edificio in vetro di due piani su Pennsylvania Avenue a Washington, tra la Casa Bianca e il Campidoglio, sede del Congresso

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.