Pellegrini firma a Belgrado accordo a saldo del debito della Serbia

Un accordo interstatale con il primo ministro della Serbia, Ana Brnabić. È stato firmato ieri dal premier slovacco Peter Pellegrini, nel corso della sua visita a Belgrado. Porterà nelle casse della Slovacchia 7,2 milioni di dollari (6,46 milioni di euro), come risarcimento del debito che la Repubblica di Serbia aveva contratto negli anni ’90. Brnabić, a margine dell’accordo, ha sottolineato che questo rimborso del debito conferma come la Serbia sia «un partner di fiducia», mentre Pellegrini ha affermato che i fondi pagati dal Paese balcanico alla Slovacchia saranno utilizzati a sostegno della minoranza slovacca in diversi Paesi del mondo. Parte del denaro tornerà quindi in Serbia, a sostegno delle enclave di emigrati slovacchi, ad esempio nella città di Báčský Petrovec in Voivodina.

Il debito è nato all’inizio degli anni ’90 come saldo del conto di compensazione tra la Repubblica federativa socialista jugoslava (SFRY) e la Repubblica federale ceca e slovacca. La quota rimasta aperta tra Slovacchia e Serbia compresi interessi è di oltre 24,7 milioni di dollari, ridotta del 66% a 7,2 milioni come da condizioni stabilite dal Club dei Creditori di Parigi.

Nel corso dell’incontro di Belgrado si è discusso anche di Europa, di Kosovo e della prospettiva di integrazione europea della Serbia. Pellegrini ha rimarcato che la Slovacchia sostiene l’allargamento dell’Unione Europea ai Balcani Occidentali. Sul Kosovo, invece, il premier slovacco ha fatto sapere che il suo Paese appoggia il dialogo, ma «noi siamo dalla parte della Serbia» e il Kosovo deve rispettare gli accordi. Non a caso, assieme a Romania, Spagna, Grecia e Cipro, la Slovacchia è uno dei cinque Paesi UE che non riconoscono l’indipendenza del Kosovo. Infine, tra i temi discussi ieri, anche l’immigrazione illegale, con la Slovacchia che ha messo a disposizione oltre 140 poliziotti per i controlli alla frontiera serbo-bulgara.

(Francesco Pizzigallo)

Foto Vlada SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.