Vasta operazione antidroga, tra gli arrestati anche un poliziotto

Un accurato lavoro di indagine. Poi, alle prime luci dell’alba, il via a una vasta operazione di polizia. In un’area piuttosto vasta, a Nitra e dintorni. In azione gli agenti del gruppo NAKA, l’agenzia criminale nazionale. Obiettivo: sgominare un’organizzazione dedita al traffico di stupefacenti, accusata di imperversare a largo raggio nelle regioni di Bratislava e Trnava, nonché a Sered, Galanta, Trnava e Nitra. Nella rete sono finite sedici persone, accusate di aver creato e supportato a vario titolo il gruppo criminale. Dodici di loro sono accusate anche per affari di droga. Nel dettaglio, come ha fatto sapere la polizia, sei persone sono già in carcere, cinque sono state arrestate. E tra loro figurano anche un poliziotto e un dipendente dell’Ufficio criminale dell’Amministrazione finanziaria. I restanti cinque, infine, sono ricercati.

L’azione, denominata in codice Venal 3, è scattata ieri mattina, molto presto. Annunciata già intorno alle 7 dalla polizia sulla propria pagina Facebook. Poi, nel primo pomeriggio, sono arrivati i dettagli. Un’operazione lunga e complessa. Indagini specialistiche. Ascoltati testimoni, effettuate perquisizioni domiciliari e controlli in diversi locali. Secondo le accuse mosse dalla polizia, il gruppo criminale sarebbe stato attivo nelle regioni di Trnava e Bratislava già dal 2007, specialmente a Sereď, Galanta, Trnava, Nitra e dintorni. Con reati riguardanti principalmente la droga e il crimine violento. Il gruppo, infatti, sempre secondo le informazioni fornite dalla polizia, ricorreva anche alla violenza per rafforzarsi nelle regioni, per intimidire i propri membri o i gruppi concorrenti. Sul fronte droga, invece, l’organizzazione è accusata di aver fornito sostanze per la produzione di metanfetamine, nonché di traffico di cocaina, con distribuzione della sostanza stupefacente ai consumatori finali attraverso i propri venditori. Dal 2015 allo scorso anno, ha informato la polizia, il gruppo avrebbe fornito sostanze per la produzione di quasi 80 kg di metanfetamina, per un valore di oltre 1,8 milioni di euro. E adesso gli accusati rischiano pene detentive che vanno dai 20 ai 25 anni, fino anche all’ergastolo.

(Francesco Pizzigallo)

Foto FB/policiaslovakia

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.