Šatan e Pálffy entrano nella Hall of Fame dell’hockey internazionale

Domenica scorsa a Bratislava, in chiusura del Campionato del mondo di Hockey su ghiaccio maschile, le leggende dell’hockey slovacco Miroslav Šatan e Žigmund Pálffy sono state accolte nella Hall of Fame della Federazione internazionale di hockey su ghiaccio (IIHF). Insieme a loro, sono stati insigniti del titolo l’americano Mike Modano, lo svedese Jörgen Jönsson e il canadese Hayley Wickenheiser.

In passato solo altri sette slovacchi hanno avuto l’onore di entrare nella Hall of Fame IIHF: Vladimír Dzurilla (1998), Jozef Golonka (1998), Ján Starší (1999), Peter Šťastný (2000), Ladislav Horský (2004), Ladislav Troják (2011) e Peter Bondra (2016).

Žigmund Pálffy

Foto Peter cech cc by sa

Žigmund Pálffy, nato a Skalica nel 1972, ha fatto il suo esordio nell’hockey professionistico nell’AC/HC Nitra (oggi HK Nitra) nel 1990-1991, mettendo a segno 50 punti in 50 partite. Giocò poi per due stagioni nell’HC Dukla Trenčín prima di trasferirsi negli Usa, dove ha militato in NHL nei New York Islanders e nelle squadre dei Salt Lake Golden Eagles e dei Denver Grizzlies prima di rientrare in patria nel 1996-1997 al Dukla Trenčín, poi all’HK 36 Skalica. Ha fatto ritorno negli Usa nei LA Kings dal 1999 al 2004, e nei Pittsburgh Penguins nel 2005-2006, con in mezzo una stagione allo Slavia Praga. Gli ultimi sei anni li ha giocati di nuovo all’HK 36 Skalica fino al ritiro nel 2013, a quarant’anni suonati.

IIHF Hall of Fame: Zigmund Palffy

We have another Slovak legend who will be inducted into the IIHF Hall of Fame in his home country in Bratislava. A long-time NHLer, he played for Slovakia between the 1994 and 2010 Olympics and was on the team that won historic #IIHFWorlds gold in 2002. Welcome Zigmund Palffy! https://www.iihf.com/en/events/2019/wm/news/9226/class-of-2019-named

Uverejnil používateľ International Ice Hockey Federation (IIHF) Streda 6. februára 2019

Con la maglia della nazionale juniores Under 20 della Cecoslovaccha, Pàlffy ha disputato due mondiali (1991 e 1992), vincendo il bronzo nel 1991. Dopo la nascita della Repubblica Slovacca, ha disputato cinque campionati del mondo con la squadra nazionale slovacca (1996, 1999, 2002, 2003 e 2005), vincendo il titolo nel 2002 e il bronzo l’anno successivo, tre Olimpiadi (Lillehammer 1994, Salt Lake City 2002, Vancouver 2010) ed una World Cup of Hockey (1996). In nazionale ha giocato 74 partite segnando 37 goal.

Miroslav Šatan

Foto Piontrek18 cc by sa

Miroslav Šatan, nato a Topoľčany nel 1974, ha esordito nel 1991-92 per la squadra locale HC Topoľčany, segnando subito molto: 30 goal e 22 assist in sole 31 partite, passando subito alla divisione senior nel ruolo di ala destra. Al compimento dei 18 anni è stato chiamato al Dukla Trenčín, evitando cos’ il servizio militare obbligatorio (che è stato abrogato nel 2006) e giocando per due stagioni dal 1992 al 1994. Arruotato in NHL con gli Edmonton Oilers, ha dapprima giocato una stagione nei campionati minori, per poi passare con la formazione maggiore. Dopo due stagioni con gli Oilers, Šatan fu ceduto ai Buffalo Sabres. Nel 2005 ha firmato con i New York Islanders segnando 35 goal e finendo al terzo posto nella NHL come percentuale di goal nel shootout. Nel 2006 ha raggiunto i 300 goal in carrierea, e nella stessa stagione ha superato anche i 300 assist e i 600 punti segnati. Nel 2007 Šatan ha interrotto la sua serie di 305 partite consecutive giocate in carriera a causa di motivi personali. Si trattava della quarta serie più lunga in quel momento in NHL. Ha poi giocato dal 2008 con i Pittsburgh Penguins, superando nel 2009 le mille partite giocate e ha vinto la sua prima Stanley Cup. Nel 2010 è passato ai Boston Bruins per 700.000 dollari per il resto della stagione 2009-10. All’inizio del 2011 ha completamente cambiato panorama, finendo a giocare con la Dynamo Mosca nel campionato Kontinental Hockey League (KHL) fino a fine stagione, rientrando poi in patria per giocare con lo Slovan Bratislava nel 2011-2012, dapprima nell’Extraliga slovacca e poi nella KHL con Šatan capitano. Gravemente ferito dal suo ex compagno di squadra dei Boston Bruins Zdeno Chára in una partita contro Lev Praha nel novembre 2012, un infortunio alla colonna vertebrale cervicale, Šatan è rientrato a giocare nel Campionato del Mondo IIHF nel 2013. Nel maggio 2014, all’età di 39 anni, Šatan ha annunciato il suo ritiro dall’hockey professionale. Nel settembre 2015 è stato nominato direttore generale di Team Europe per partecipare alla Coppa del Mondo di Hockey del 2016. Team Europa è arrivato secondo nel torneo dopo aver perso la serie finale in Canada.

IIHF Hall of Fame: Miroslav Satan

Our next inductee will enter the IIHF Hall of Fame in his home country as the ceremony will take place in the Slovak capital of Bratislava. One of the heroes in the historic 2002 #IIHFWorlds win and long-time NHL star, welcome Miro Šatan! https://www.iihf.com/en/events/2019/wm/news/9226/class-of-2019-named

Uverejnil používateľ International Ice Hockey Federation (IIHF) Streda 6. februára 2019

Šatan ha capitanato la squadra nazionale slovacca nella vittoria di oro, argento e bronzo in vari campionati del mondo: ai Giochi olimpici invernali nel 1994, 2002, 2006, 2010, ai Campionati Mondiali nel 1994 (Pool C – medaglia d’oro), 1995 (Pool B – medaglia d’oro), 1996, 2000 (medaglia d’argento), 2002 (medaglia d’oro), 2003 (bronzo), 2004, 2005, 2007, 2010, 2011, 2012 (argento), 2013, 2014. Infine alla Coppa del Mondo di hockey nel 1996 e 2004. Con la maglia della nazionale slovacca ha totalizzato 180 presenze e segnato 86 goal. Nel 2000 il presidente della Repubblica Rudolf Schuster gli ha conferito l’onorificenza dell’ordine di Ľudovít Štúr seconda classe.

(La Redazione)

Foto HHOF-IIHF

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.