Mikuláš Dzurinda riceve a Praga il premio Vision for Europe

L’ex primo ministro slovacco (1998-2006) Mikuláš Dzurinda, attuale presidente del Centro per gli studi europei Wilfried Martens, ha ricevuto lunedì il Premio Vision for Europe a Palazzo Černín a Praga, sede del ministero degli Affari esteri della Repubblica Ceca. Il ministro degli Esteri ceco Tomáš Petříček, che ha proposto il riconoscimento, ha dichiarato che il premio intende «mostrare apprezzamento per il lavoro di Mikuláš Dzurinda al timone del governo slovacco e del ministero degli Esteri in un momento decisivo per il futuro dei nostri paesi …». Petříček ha aggiunto che questo premio è uno dei punti centrali del Prague European Summit di quest’anno, un dibattito annuale sul futuro dell’UE, il cui tema principale dell’edizione in corso in questi giorni è il contributo apportato dalla regione dell’Europa centrale all’edificio e alla casa europea comune.

Il premio viene assegnato annualmente a personalità che si sono dedicate allo sviluppo di ideali europei dal ministero degli Esteri della Repubblica Ceca in collaborazione con i più importanti gruppi di esperti cechi, l’Ufficio di governo della Repubblica Ceca, la Commissione europea e la città di Praga. Tra i vincitori passati di questo premio vi sono stati il professore britannico di storia dell’Europa Timothy Garton Ash e l’ombudsman europeo Emily O’Reilly.

Mikuláš Dzurinda, 64 anni, ha ricoperto la carica di Primo ministro della Repubblica Slovacca per due legislature, dal 1198 al 2006. Dopo essere stato nel 1990 tra i fondatori del Movimento cristiano-democratico (KDH), ha fondato nel 2006 l’Unione Democratica e Cristiana Slovacca – Partito Democratico (SDKU-DS). Deputato e ministro più volte dai primi anni ’90, dopo l’approvazione di una nuova legge elettorale preparata dal governo di Mečiar nel 1997 contribuì alla formazione di una coalizione di cinque partiti di opposizione (KDH, DS, DU, SDSS e SZS) per formare la Coalizione Democratica Slovacca (SDK), di cui divenne portavoce e poi presidente. Sotto la sua leadership con il suo primo governo (1998-2002) Dzurinda riuscì con la sua politica a riprendere il processo di integrazione europeo e trans-atlantico. Le riforme del suo governo portarono la Slovacchia ad entrare nell’OCSE (2000) e in seguito nella NATO e nell’Unione europea (2004). Dopo una legislatura all’opposizione, mentre Robert Fico governava con Smer-SD, HZDS e SNS, il partito di Dzurinda SDKU ritornò a governare nel 2010, una esperienza abbreviata dall’instabilità di una coalizione di centro-destra guidata da Iveta Radičová, una premier apprezzata ma debole che aveva sostituito Dzurinda come leader elettorale mentre impazzava uno scandalo sul finanziamento di SDKU-DS in cui Dzurinda era implicato.

(La Redazione)

Foto FB/balkovicova.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.