Uomo muore all’ospedale di Košice dopo una trasfusione col sangue sbagliato

La polizia ha avviato un procedimento penale per il reato di lesioni permanenti nel caso di un paziente cinquantunenne che ha ricevuto sangue incompatibile con il suo gruppo sanguigno nel corso di una trasfusione all’Ospedale universitario Louis Pasteur (UNLP) a Košice, ed è morto un mese dopo. Ne ha dato notizia la stessa polizia regionale di Kosice, avvertendo che l’accusa potrebbe cambiare dopo la verifica delle prove raccolte.

L’ospedale ha confermato che l’errore è stato causato dal suo personale nel dare la sacca sbagliata di sangue dopo una operazione chirurgica. Esprimendo dolore per l’accaduto e le scuse ai parenti della vittima, la direzione del nosocomio ha informato che sono già state prese misure immediate, con il licenziamento di tre persone. Per cercare di far sì che non si verifichi nuovamente una tale vicenda, l’ospedale ha inoltre ordinato una riqualificazione dei medici e infermieri trasfusionali, per codificare la pratica corretta nel trattare i campioni di sangue.

DALI MU NESPRÁVNU KRV, NESKÔR ZOMREL: POLÍCIA KONÁV súvislosti s prípadom, ku ktorému došlo v jednej z košických…

Uverejnil používateľ Polícia Slovenskej republiky Utorok 21. mája 2019

L’episodio risale al mese di marzo, e la morte in aprile di quest’anno. Della questione si sta occupando anche l’Ispettorato della sanità. Il ministro della Salute Andrea Kalavská, che ha annunciato oggi che incontrerà il direttore generale dell’Ospedale di Košice, è convinta che tali casi possano essere prevenuti con una modifica della legge in cui si può obbligare chi fornisce cure ospedaliere e ambulatoriali a disporre di un sistema interno per la sicurezza dei pazienti.

(La Redazione)

Foto Pxhere CC0

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.