Toto Cutugno incanta Bratislava, al concerto scherza e parla con il pubblico

Melodia senza confini. Musica che non passa mai di moda. Dai Paesi dell’Est all’America Latina, passando per il Medio Oriente. Per un successo con la S maiuscola, fatto da oltre 100 milioni di copie vendute in tutto il mondo. E anche da queste parti, in Slovacchia, il suo nome è una garanzia: Toto Cutugno. Lui, sabato sera, il Re di Bratislava. Con il suo L’Italiano World Tour, arrivato sulle rive del Danubio dopo i grandi successi di Praga e Varsavia. Un gran bel concerto, nel rispetto delle aspettative. Due ore di maestose melodie sul palco dell’Axa Arena NTC, dove Cutugno sale in abito full white, intonando «Stasera, che sera. È questo il posto giusto per te». Sono le 20,10. Gli applausi della folla, la musica che sale, l’atmosfera che si fa subito caliente.

Toto Cutugno💗 úžasný zážitok s Anna Rybárová

Uverejnil používateľ Mišulienču Lienka Sobota 18. mája 2019

Ďakujem, ringrazia Toto in slovacco. E via con Žena moja, «Donna Mia». A seguire «Il treno va», con il pubblico che si lascia trasportare. «Ma che succede quando una donna slovacca incontra un uomo italiano?», chiede l’artista alla platea. Parte una «Serenata». Applausi scroscianti. E lui, dal palco: «Mamma mia quanto siete carini. Sono venuto nella vostra città 25 anni fa, o qualcosa del genere, E Bratislava era una città piccola, senza grattacieli. Adesso è irriconoscibile, sembra una parte di New York. Avete pure l’euro (scherza – ndr). Allora vi dedico una canzone molto romantic, che ho scritto per la città italiana più romantica, Venezia: C’est Venice». E dal Danubio alla Laguna il passo è breve. Tra francese e italiano.

Bratislava 18 maggio 2019

Uverejnil používateľ Toto Cutugno Sobota 18. mája 2019

«Ho iniziato la mia attività – spiega Cutugno – come compositore di canzoni. Ho avuto la fortuna di iniziare in Francia, con i più grandi artisti francesi. Poi in Italia, Domenico Modugno, Adriano Celentano, Mina e tanti altri. Per questo voglio dedicarvi anche qualche canzone che ho scritto io, ma che hanno cantato altri cantanti». E via con «Et si tu n’existais pas», «Amore no», scritte rispettivamente per Joe Dassine e Adriano Celentano. Poi «Solo noi», la canzone con cui ha vinto il Festival di Sanremo, «Figli» scritta alla nascita di suo figlio Nico e dedicata a tutti i genitori, «Il tempo se ne va», «La mia Musica» dedicata a suo padre, «Innamorati» per tutte le mamme, «Africa», «Insieme 1992» per dire «Viva l’Europa unita!» anche se «a noi italiani l’euro non piace».

Uverejnil používateľ Zuzana Mundy Fotograf Sobota 18. mája 2019

Ed è un connubio impressionante quello che si crea tra palco e platea. Cutugno incanta con le sue melodie, coinvolge, interagisce con gli spettatori, ride, scherza. La gente si diverte. Sono in tanti. Arrivati da tutta la Slovacchia, ma anche dalle vicine Austria e Repubblica Ceca. Qualcuno addirittura dall’Italia. Tutti per lui. Ad infiammarsi quando partono le note de «L’Italiano», da queste parti un vero e proprio tormentone. All’Axa Arena è l’apoteosi prima dei saluti finali, con Toto che racconta la sua storia, il cancro, l’intervento a Milano. «Sono un miracolato», esclama. Poi l’invito, a tutti gli uomini, ripetuto a gran voce: «Fate prevenzione!».

E un momento di gloria per Mario Iacopino, arrivato da Reggio Calabria e invitato sul palco a cantare proprio «L’Italiano». «Ero in vacanza da queste parti – ci ha detto – e non potevo perdere questa occasione di assistere al concerto. Sono un appassionato di musica, mi piace tantissimo cantare e in Italia faccio molte serate. L’Italiano è il mio cavallo di battaglia». Per Mario una serata sicuramente indimenticabile. E non solo per lui. La Slovacchia saluta il suo idolo musicale, Toto Cutugno. Sperando sia solo un arrivederci a presto.

Mario Iacopino da Reggio Calabria, fan di Toto Cutugno che a Bratislava gli lascia cantare "L'Italiano"

Uverejnil používateľ Pierluigi Solieri Pondelok 20. mája 2019

(Francesco Pizzigallo)

Foto FB/Zuzana Mundy Fotograf

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.