Italia affondata anche dalla Russia. Stasera l’incontro con i leoni cechi

BRATISLAVA – Un’altra goleada. Nulla da fare per l’Italia, travolta mercoledì anche dalla Russia con un passivo in doppia cifra: 10-0. Per gli azzurri si tratta della quarta disfatta in altrettante partite all’83esima edizione dei Mondiali IIHF in corso in Slovacchia. Un match praticamente senza storia. Troppa, e piuttosto evidente, la differenza di valori in campo, con i ragazzi allenati da Clayton Beddoes chiamati a fronteggiare una delle corazzate più forti del mondo.

Due squadre arrivate all’appuntamento di ieri con una marcia diametralmente opposta: la Russia forte di tre importanti successi nelle prime tre apparizioni, l’Italia reduce da tre ko, rispettivamente contro Svizzera (9-0), Svezia (8-0), Lettonia (3-0). E, soprattutto, con la casella dei gol messi a segno ancora in bianco. Il puck, per gli azzurri, proprio non vuole saperne di infilarsi nella porta avverseria, mentre i gol incassati sono già 30. Un rapporto non proprio incoraggiante ma, anche se la sfida contro la Lettonia aveva lasciato intravedere qualche miglioramento e qualche segnale positivo, non era certo contro i russi che ci si poteva aspettare la partita della svolta.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

In ogni caso, nonostante i comprensibili limiti di un gruppo giovane alle prese con un nuovo progetto, l’obiettivo rimane quello di non retrocedere e sognare è lecito. Servirà andare a punti contro le più abbordabili Norvegia e Austria, da affrontare rispettivamente sabato e lunedì. Prima, però, ci sarà da sfidare la temibile Repubblica Ceca, oggi, venerdì 17 maggio. E, soprattutto, bisognerà cercare di fare gol.

(Francesco Pizzigallo)

Foto FB/Fisg.it

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.