Il taglio alle tasse e le misure sociali andranno in Parlamento a giugno

 

I leader dei tre partiti della coalizione di governo (Smer-SD, SNS e Most-Hid) hanno discusso lunedì delle nuove misure sociali in corso di preparazione. Le ricette presentate dalle tre formazioni sono diverse per rispondere a quesiti come la riduzione delle tasse, l’aumento le indennità genitoriali e cancellare i canoni radiotelevisivi per le persone in pensione.

Alla fine della riunione, il presidente di Most-Hid Bela Bugar ha detto che per mantenere il più basso possibile il carico sul bilancio pubblico, il pacchetto di misure sociali sarà presentato per la discussione in Parlamento solo a giugno, così da consentire un ulteriore dibattito interno per ridurre l’impatto di alcune delle misure proposte.

Mentre Most-Hid sta spingendo per una riduzione dei prelievi sui salari e un aumento della base esentasse per i dipendenti e i lavoratori autonomi, il Partito nazionale slovacco (SNS) vorrebbe tagli alle imposte sulle società, anche se gioni fa ammetteva che la riduzione probabilmente non andrà a coprire ogni genere di impresa poiché il suo partito «non governa da solo». Considerando che l’80% circa delle aziende in Slovacchia non fattura più di 50.000 euro all’anno, il leader SNS Andrej Danko puntava a un compromesso per abbassare al 15% le imposte sul reddito alle aziende e lavoratori autonomi  con fatturato fino a 100.000 euro. Mentre per le altre imprese rimane in vigore l’aliquota attuale del 21%. Sempre a proposito di tasse, SNS chiede il taglio dell’aliquota IVA dal 20% al 10% per una certa selezione di generi alimentari, e vuole rottamare i canoni radiotelevisivi per i pensionati.

Dal canto suo Smer, che è l’azionista di maggioranza del governo, vuole un aumento dei bonus ai genitori (150 euro per chi ha un lavoro e 50 per chi non ce l’ha), l’introduzione di un congedo di paternità di dieci giorni dopo la nascita di un figlio, e cinque giorni di permesso all’anno per accompagnare un parente dal medico mentre il coniuge è in congedo di maternità.

La coalizione ha deciso poi di introdurre i cosiddetti voucher sportivi e un bonus di 100 per i genitori dei bimbi di prima elementare per l’acquisto degli accessori necessari.

Il trio al governo ha anche discusso di come procedere nella prossima sessione parlamentare con il voto per eleggere nuovi candidati a giudice della Corte costituzionale, un tema che si trascina da febbraio e che risulta piuttosto ostico, vista l’importanza delle cariche, che rimangono in funzione per dodici anni. La coalizione proverà a trovare i nomi su cui ci può essere un accordo. Secondo alcuni rappresentanti della coalizione potrebbero essere eletti altri dieci candidati.

Il primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD) ha detto che il suo partito insiste per mantenere le finanze pubbliche in equilibrio, un obiettivo che rimane una delle principali priorità del governo. Se vengono presentate a giugno, le misure potrebbero essere approvate per settembre, ha affermato il premier.

(Red)

Foto NRSR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.