Italia, per il reddito di cittadinanza superato il milione di domande

Sono oltre un milione (1.016.977) le domande per il reddito di cittadinanza presentate al 30 aprile scorso. Lo rende noto l’Inps in una nota: in testa alla lista delle domande si conferma la Campania con oltre 172 mila richieste, seguita dalla Sicilia con oltre 161 mila domande. Subito dopo, con circa 90 mila domande ciascuna si piazzano Lazio (93.048), Lombardia (90.296) e Puglia (90.008). Il minor numero di richieste arriva invece dalla Valle d’Aosta, con 1.333, e dal Trentino Alto Adige con 3.695.

Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia, fa notare che «con oltre 116.000 domande (più del 10%) gli stranieri che vivono in Italia si piazzano al terzo posto per numero di domande», il che «mostra le evidenti e oggettive difficoltà nei processi di integrazione, ma smentisce anche chi sosteneva che il reddito sarebbe finito solo nelle tasche dei cittadini italiani».

Domande per il reddito di cittadinanza: vedi i numeri per provincia

La questione «reddito di cittadinanza» richiama immediatamente un tema caldo di questi governi, citato anche dal vicepremier Di Maio in occasione della manifestazione del Primo Maggio. «Il reddito di cittadinanza – puntualizza il deputato M5S Claudio Cominardi, sottosegretario per il Lavoro e le Politiche sociali – è uno strumento di contrasto alla povertà, una leva per aumentare i salari, ma deve essere accompagnato da un’altra norma specifica, che non solo è nel contratto di governo, ma è persino nei programmi della Lega e del Pd». Avverte infatti Cominardi: «Non possiamo cinesizzare l’Italia, dobbiamo investire sulla qualità del nostro Paese, sul made in Italy e sostenere i diritti e le tutele del lavoro. Perché se tu dai garanzie economiche alle persone gli dai anche la possibilità di spendere, e una maggiore propensione al consumo fa bene anche alle attività produttive».

(La Stampa cc by nc nd)

Foto MaxPixel CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.