Ministero Esteri: grazie all’UE il nostro paese è più ricco e attraente

In una dichiarazione emessa ieri 1° maggio in occasione del 15esimo anniversario dell’ingresso in UE della Slovacchia, il ministero degli Affari esteri ed Europei scrive che «Quindici anni fa, il nostro paese, insieme ad altre nove nazioni, è divenuto membro di una comunità basata su valori comuni, su principi democratici, una economia sociale di mercato, il rispetto dei diritti umani e le libertà fondamentali. Dopo la nostra adesione all’UE, che è stata fortemente sostenuta dai cittadini in un referendum, siamo diventati rapidamente uno dei paesi di maggior successo e più integrati. Nel 2007 siamo entrati a far parte dello spazio Schengen, nel 2009 abbiamo adottato la moneta unica Euro e nel 2016, per la prima volta, abbiamo presieduto il Consiglio dell’Unione europea».

«Oggi, l’Unione europea è uno spazio politico, socio-economico e culturale naturale e appropriato per il nostro paese. Uno spazio che offre ai nostri cittadini sicurezza, stabilità e prosperità. Uno spazio in cui i nostri cittadini possono viaggiare liberamente senza code alla frontiera, dove i nostri cittadini non devono attendere un permesso per lavorare in un altro Stato membro, o dove i nostri studenti non devono fare richiesta di visto quando vogliono studiare all’estero».

«Grazie all’esistenza del mercato unico, l’Unione europea rende il nostro paese più ricco e attraente. Il sostegno finanziario dei fondi europei e degli investimenti esteri ha spinto in avanti il ​​nostro paese in modo significativo. Li abbiamo utilizzati per sviluppare infrastrutture di trasporto, ripristinare città e villaggi, modernizzare scuole e ospedali, ridurre la disoccupazione, digitalizzare il patrimonio culturale, riformare la pubblica amministrazione, sviluppare l’agricoltura o migliorare l’ambiente».

«Il Ministero degli Affari esteri ed Europei della Repubblica Slovacca sottolinea che aderendo all’Unione europea siamo diventati parte di una comunità avanzata che possiamo attivamente plasmare e promuovere così come gli interessi dei nostri cittadini. Siamo quindi responsabili della direzione futura e del futuro dell’Unione europea, che i nostri cittadini possono anche dimostrare attraverso la loro partecipazione attiva alle prossime elezioni del Parlamento europeo».

(Red)

Foto Orange-man cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.