Emesse due monete in memoria di Milan Rastislav Štefánik

In occasione del centenario della morte del generale Milan Rastislav Štefánik, che ricorre il 4 maggio, la Banca centrale slovacca ha emesso il 25 aprile due monete commemorative a lui dedicate.  Si tratta di una moneta speciale da 10 euro in argento da collezione e una moneta circolante da 2 euro.

Autori della moneta in argento (foto sopra), prodotta dalla Zecca di Kremnica in forma normale (3.650 unità) e di prova (10.000 pezzi), sono Mária Poldaufová (rovescio) e lo scultore Ivan Řehák (fronte). Questa moneta si può avere soltanto nei punti affiliati alla Banca centrale. Sul dritto del conio è una composizione con una mappa della Repubblica Cecoslovacca e la figura del leone ceco con una corona in testa e uno stemma slovacco sul petto, con l’indicazione dell’anno 2019, dello Stato di emissione “Slovensko”, del valore del conio “10 euro”, e la scritta “VERIŤ • MILOVAŤ • PRACOVAŤ”, ovvero il motto di Štefánik “CREDERE • AMARE • LAVORARE”. Sul retro è un ritratto di Milan Rastislav Štefánik con il suo nome e gli anni di nascita e morte. Sul bordo la scritta “Personalità significative della nazionalità slovacca”. La moneta, in argento 900, ha un diametro di 34 millimetri e un peso di 18 grammi.

Sul verso – il lato nazionale – della moneta commemorativa circolante da 2 euro (il fronte è comune per tutti i paesi dell’Eurozona), realizzata da Peter Valach e coniata in un milione di pezzi (2.000 in forma di prova), è raffigurato nella parte centrale il ritratto di Milan Rastislav Štefánik con il suo nome, i millesimi di nascita e morte e il nome dello Stato, “Slovensko”. Nel bordo di altro colore sono incise le dodici stelle dell’Unione europea. Anche queste monete commemorative si possono avere in numero limitato per i collezionisti (max 50 pezzi) presso i punti vendita ufficiali NBS.

Milan Rastislav Štefánik
Scienziato, pilota militare, diplomatico e ministro della Repubblica Cecoslovacca, Milan Rastislav Štefánik (21 luglio 1880 – 4 maggio 1919) è una delle personalità più importanti della storia slovacca. Ha lavorato come astronomo all’Osservatorio di Meudon, vicino a Parigi, dove ha condotto numerose spedizioni scientifiche. Nel 1912 acquisì la cittadinanza francese. All’inizio della prima guerra mondiale fu mobilitato e nel 1915 fu accettato per sua stessa richiesta alla scuola di volo. Come aviatore ha effettuato sia voli spia che con aerei da combattimento ed è stato un pioniere della meteorologia militare. Nel giugno del 1918 fu promosso a Generale di brigata in missione presso le Legioni cecoslovacche di cui organizzò la creazione. Fu anche un fine diplomatico, agendo presso diversi uomini di stato stranieri a favore della causa degli slovacchi oppressi dall’Ungheria e dell’idea di uno stato comune di cechi e slovacchi. Insieme a Tomáš Garrigue Masaryk e Edvard Beneš guidò la resistenza cecoslovacca all’estero e ottenne la nascita della prima Repubblica Cecoslovacca.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.