Le aziende slovacche più grandi prevedono difficoltà dalla Brexit

Il 61% delle aziende in Slovacchia stima che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (UE) avrà un impatto negativo sull’economia slovacca. Un sondaggio condotto dalla banca ČSOB in collaborazione con l’agenzia di ricerca Datank rivela che il tasso di pessimismo tra le imprese aumenta in proporzione alle dimensioni. Soltanto un quarto degli intervistati si aspetta che la Brexit non produrrà conseguenze sull’economia della Slovacchia.

I numeri dell’analisi sono ancora meno sereni per quanto riguarda gli scambi tra Slovacchia e Regno Unito: qui i pessimisti raggiungono il 68%, e anche in questo caso le opinioni negative aumentano con le dimensioni aziendali. Nel complesso, al momento il commercio estero con Londra è relativamente modesto, ma con il nuovo stabilimento automobilistico Jaguar Land Rover, la cui produzione è stata avviata solo pochi mesi fa, gli scambi tra i due paesi sono destinati ad aumentare.

Le imprese medio-piccole slovacche tendono tuttavia a stimare una relativamente piccola influenza della Brexit sulla propria attività, anche perché i legami commerciali esteri delle Pmi sono soprattutto sviluppati con i paesi limitrofi della regione dell’Europa centrale e orientale.

Al confronto con le imprese slovacche, le aziende ceche sono leggermente meno pessimistiche relativamente alla Brexit: il 51,2% di loro prevede impatti negativi per l’economia nazionale.

(Red)

Illustr. BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.