La polizia trova un’arma nel Piccolo Danubio su indicazione del killer di Kuciak

Sarebbe stata trovata un’arma corta nei pressi della cittadina di Kolárovo (regione di Nitra), presumibilmente su indicazioni di uno degli imputati, Miroslav Marček. Si tratterebbe di una pistola presumibilmente usata per l’omicidio dell’imprenditore Peter Molnár, ucciso con tre colpi di pistola nella sua casa a Kolárovo, un crimine portato a termine nel 2016 da Marček, che la scorsa settimana ha inoltre confessato di essere stato lui a sparare a bruciapelo a Ján Kuciak e Martina Kušnírová nella loro casa di Veľká Mača. L’arma è stata rinvenuta sul fondale del fiume Váh nei pressi del luogo indicato da Marček alla polizia nel corso di una escursione con gli investigatori in diverse località, dove dovrebbero essere stati raccolti nuovi elementi utili all’indagine.

Ritrovata martedì pomeriggio anche una parte di arma, presumibilmente la canna di una pistola, prodotta in Germania, da subacquei dell’unità speciale Lynx Commando nel letto del Piccolo Danubio (Malý Dunaj), il corso d’acqua che si divide dal Danubio a Bratislava e a Kolárovo confluisce nel fiume Váh, aflfuente del Danubio. Si potrebbe trattare di parte di un’arma smontata prima di sbarazzarsene gettandola nel fiume. Non è chiaro se possa essere riconducibile alla pistola calibro 9 usata poco più di un anno fa dal killer per assassinare la giovane coppia.

Miroslav Marček e il cugino Tomáš Szabo, inizialmente creduto il vero killer di Kuciak, erano conosciuti a Kolárovo come “risolutori di problemi“.

(Red)

Foto janmarcust CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.