Reportage di Radio 24 sulla Slovacchia del cambiamento dopo Kuciak e Čaputová

Segnaliamo uno svelto reportage sulla Slovacchia realizzato da Raffaella Calandra e andato in onda sabato su Radio24, l’emittente del Sole 24 Ore. Il servizio ha aperto una serie di reportage dal titolo “L’Europa che verrà”, che a poco più di un mese dal voto delle europee, che in Slovacchia si svolgerà il 25 maggio, partendo proprio dal paese che cinque anni fa aveva registrato il tasso più basso di affluenza in tutta la UE.

La giornalista italiana parte dall’elezione di Zuzana Čaputová a presidente della Repubblica, a fine marzo, come elemento di svolta per un cambiamento richiesto dalla gente dopo che, un anno fa, la Slovacchia fu scossa nelle sue fondamenta dall’assassinio di Ján Kuciak, trucidato insieme alla compagna Martina. Un movimento cresciuto sulla rabbia repressa da molti anni per un paese che soffre di una diffusa corruzione nelle istituzioni. Più trasparenza, più partecipazione e più Europa è quello che chiede il popolo slovacco, e che in parte ha ottenuto, anche se il cammino sarà ancora lungo. Per scoperchiare gli affari sporchi della elite politica e affaristica è stata fondamentale l’opera di giornalisti che come Kuciak non hanno paura di scavare e denunciare, malgrado le minacce e un clima non proprio sano per chi fa questo mestiere con abnegazione. Si parla di frodi nei fondi per l’agricoltura, agricoltori derubati della terra, affaristi senza scrupoli e di come mantenere alta l’attenzione della partecipazione popolare alle proteste, capaci un anno fa di far cadere il governo di Robert Fico.

Ascolta il programma qui

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.