Allerta sciopero alla U. S. Steel Košice, negoziati per il contratto in stallo

I sindacalisti presso l’acciaieria US Steel Košice hanno dichiarato ieri un’allerta di sciopero, lamentando il fatto che l’aumento dei salari proposto dall’azienda, e la percentuale di incremento della componente variabile salariale non soddisfa le richieste dei lavoratori. I negoziati per il rinnovo del contratto collettivo sono arrivati al nono round in questo che è il più grande stabilimento metallurgico in Slovacchia, e ancora le parti sono lontane da un compromesso. I sindacati affermano che se l’azienda oggi va molto bene è anche grazie ai lavoratori, che si meritano «uno stipendio di livello europeo per un lavoro di livello europeo».

La società, che dal 2000 fa capo al gruppo americano United States Steel, è disposta a continuare il dialogo con i rappresentanti dei lavoratori e si dice ottimista, sottolineando che già le retribuzioni e i bonus dei propri dipendenti sono al di sopra della media della regione, e che il mercato dell’acciaio è attualmente in recessione, anche a causa dei dazi imposti dagli Usa. Secondo la proprietà, i suoi dipendenti godono di uno stipendio di tutto rispetto. Il salario medio lordo nel 2018, inclusi straordinari, bonus e componente variabile salariale, è stato pari a 1.876 euro, e 1.746 euro per i soli addetti alla produzione.

La fabbrica di Košice è uno dei primi datori di lavoro in Slovacchia con 12.000 dipendenti. Più volte negli ultimi anni si è vociferato della vendita dello stabilimento, che è uno dei più grandi nella regione, voci che si sono intensificate dopo l’avvento alla presidenza Usa di Donald Trump che, con la sua politica “America First”, voleva riportare negli Stati Uniti la produzione delle grandi aziende che hanno investito all’estero. Un anno fa è scaduto un memorandum quinquennale firmato nel 2013 tra l’azienda metallurgica e il governo slovacco, che impegnava gli americani a non vendere e non ridurre la forza lavoro. L’azienda, che aveva avuto problemi, è nel frattempo ritornata in buone condizioni finanziarie, e la società, dopo avere investito 250 milioni negli ultimi anni, ha annunciato a gennaio 2019 un nuovo investimento di oltre cento milioni per una nuova linea produttiva a Košice.

(Red)

Foto skeeze CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.