Slovacchia leader in regione per occupati nel settore dell’alta tecnologia

Secondo dati diffusi nei giorni scorsi dall’Ufficio di Statistica, il 45,6% degli occupati in Slovacchia nel 2017 lavoravano nel campo dell’alta o media tecnologia. Grazie a questi numeri, il paese ha fatto grandi passi avanti dal 2008, arrivando ad occupare la leadership all’interno dei quattro paesi di Visegrad Four (Repubblica ceca, Ungheria, Polonia, Slovacchia). L’Ungheria si è classificata alle spalle della Slovacchia con una quota del 44,9%, seguita da Repubblica Ceca (44,7%) e Polonia (37,2%). La Slovacchia risulta avere anche fatto il miglioramento più marcato nell’ultimo decennio della quantità di lavoratori impiegata nei segmenti “ad alto valore aggiunto”, aumentata del 5,8%.

Nel rapporto dal titolo “Selected Agenda 2030 Indicators of Sustainable Development” pubblicato il 5 aprile dall’Ufficio di Statistica ci sono per la Slovacchia anche altri riconoscimenti, come la seconda maggior percentuale (42,4%) nel V4 di donne tra 30 e 34 anni con istruzione universitaria, non lontano dalla media europea, la seconda maggiore estensione di terreni agricoli con colture biologiche, il 9,9% nel 2017 ovvero 2,9 punti percentuali sopra la media UE, o l’utilizzo del trasporto ferroviario e delle vie navigabili interne nel trasporto merci, in cui la Slovacchia raggiunge il 38,3%, sopra la media europea del 14,7%.

Ci sono tuttavia altri campi in cui la Slovacchia rimane indietro rispetto ai paesi dirimpettai, come l’ultimo posto per forza lavoro impiegata in ricerca e sviluppo, o l’impiego di laureati, di cui solo l’87,6% dei maschi e il 75,6% delle femmine trovano un lavoro nei primi tre anni dopo la laurea, la percentuale più bassa di uomini con titoli universitari nel gruppo di età 30-34, il 26,7%, ben al di sotto della media UE, la percentuale più bassa di bambini in età prescolare (76,5%, inferiore alla media dell’UE di 18,8 punti percentuali). Nel settore ricerca e sviluppo, infine, nel 2017 la Slovacchia ha registrato la spesa, e l’occupazione, più basse nel gruppo Visegrad. La spesa rappresentava lo 0,88% del PIL (contro una media UE del 2,07%) e l’occupazione ha raggiunto lo 0,7% (l’1,27% in media nell’UE).

(Red)

Foto Missy Schmidt cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.