Kažimír si dimette tra una settimana, Pellegrini sarà ministro delle Finanze ad interim

Il ministro delle Finanze e vice premier Peter Kažimír (Smer-SD), che dal 1° giugno entrerà in carica come governatore della Banca centrale slovacca (NBS), lascerà il suo posto al governo lasettimana prossima, e in un primo momento ne prenderà le deleghe il primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD). Lo ha annunciato oggi nel corso di un evento pubblico lo stesso premier., sottolineando l’enorme pressione che viene attualmente esercitata sul ministero, ragion per cui ci vorrà qualche tempo perché il successore entri in carica. Pellegrini ha assicurato che «assumerò la gestione del ministero finché tutti i problemi relativi ai pacchetti di misure e ad altri interventi non saranno risolti». Dopo di che, «consegnerò il ministero ad un nuovo ministro».

Nei giorni scorsi il Partito nazionale slovacco (SNS), membro della coalizione di governo, ha sollecitato il partito Smer-SD a nominare un nuovo ministro al più presto, e ha richiesto a Smer di comunicare subito la scelta agli alleati. Nella riunione settimanale di mercoledì, nel corso della quale non sarebbero stati fatti nomi, i tre partner al governo si sono accordati sul fatto che il nome del nuovo ministro sarà svelato la settimana prossima. Nelle passate settimana il vicepresidente Smer-SD Richard Raši aveva affermato che tra i candidati ci sono l’ex direttore generale del fisco František Imrecze e il deputato Ladislav Kamenický.

Kazimir è ministro delle Finanze dal 2012. In questi anni ha ottenuto diversi risultati nella gestione delle finanze pubbliche, ricevendo dei riconoscimenti internazionali. Andrà a sostituire l’attuale governatore Jozef Makuch alla guida della Banca centrale slovacca malgrado il suo mandato scada soltanto nel 2021.

(Red)

Foto EU2017EE cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.