Fondi UE, 350 milioni di euro in più per strade e ferrovie slovacche

Il governo slovacco ha approvato ieri la diversa destinazione per una somma di 250 milioni di euro dai fondi europei, che saranno trasferiti da altre finalità al settore infrastrutture di trasporto, in particolare strade e ferrovie. Il ministero dei Trasporti, che ha lavorato alla proposta insieme all’ufficio del vice premier per gli Investimenti e la digitalizzazione, ha annunciato l’intenzione di riallocare altri 100 milioni di euro per questi scopi nei prossimi mesi.

A beneficiarne sarà il Programma operativo Infrastruttura integrata, la cui dotazione per il presente periodo di programmazione europeo 2014-2020 è già stata totalmente stanziataIl processo di riassegnazione di fondi UE deve essere sottoposto all’approvazione della Commissione europea, e si stima che la risposta da Bruxelles arriverà entro fine agosto.

I fondi saranno destinati a progetti che offrono soluzioni integrate, innovative e sostenibili a valore aggiunto europeo per sostenere la trasformazione in un territorio di interesse per gli investitori della subregione dell’Alto Nitra, in cui nei prossimi anni verrà progressivamente a calare la produzione legata all’estrazione del carbone. Andranno anche a sorreggere lo sviluppo della regione di Prešov e della regione di Banská Bystrica nel quadro dell’iniziativa europea. La Slovacchia ha speso finora solo il 23% dei fondi UE per il periodo 2014-20, ma sono stati firmati contratti per il 56% (8,6 miliardi) dell’intera dotazione di 15,5 miliardi di euro.

(Red)

Foto pexels CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.