Volkswagen Bratislava, i lavoratori vogliono 120 euro di aumento

Il sindacato della fabbrica Volkswagen di Bratislava chiede un aumento salariale di 120 euro per l’anno in corso e 15 minuti di riduzione dell’orario di lavoro. Due anni fa il più grande stabilimento automobilistico in Slovacchia fece per la prima volta in oltre 25 anni l’esperienza di uno sciopero per ottenere miglioramenti nel rinnovo del contratto collettivo.

Oggi, tuttavia, la situazione è diversa, e l’annuncio da parte del gruppo tedesco della decisione di ridurre la forza lavoro di 3.000 unità entro l’estate ha portato forte incertezza nella trattativa per il contratto. E nei giorni scorsi ha distaccato 130 dipendenti presso l’impianto Audi di Győr, distante cento chilometri dalla fabbrica slovacca.

Pur cercando di ottenere nuovi risultati, i sindacati ammettono che la priorità sarà quella di mantenere l’occupazione, piuttosto che di ottenere nuovi aumenti. Con uno sciopero di sei giorni, nel 2017 i lavoratori dell’impianto hanno ottenuto un incremento delle retribuzioni del 14%. Di recente, i sindacati di altre due società del gruppo, Skoda in Repubblica Ceca e Audi in Ungheria, hanno indetto scioperi in vista del rinnovo contrattuale.

(Red)

Foto audi.com

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.