Per Kočner arriva anche l’incriminazione per frode insieme a Pavol Rusko

Il procuratore della Procura speciale che si occupa del caso ha emesso venerdì una incriminazione contro l’imprenditore Marián Kočner e l’ex direttore della società televisiva Markiza, Pavol Rusko, per presunta contraffazione di cambiali. Il caso è assegnato alla Corte Penale Specializzata di Pezinok (regione di Bratislava). Secondo i risultati delle indagini dell’unità di polizia finanziaria della NAKA (l’Agenzia nazionale anticrimine), i due accusati hanno commesso il reato di falsificazione di titoli e di ostruzione della giustizia, causando un danno di 69 milioni di euro. Se giudicati colpevoli, possono essere condannati a 12-20 anni di carcere.

I due accusati sono attualmente in custodia preventiva. Kočner dal giugno dello scorso anno in relazione a questo processo, e da pochi giorni è anche accusato di essere il mandante dell’omicidio di Ján Kuciak e Martina Kušnírová. Rusko, ex ministro dell’Economia, è ai domiciliari con l’accusa di aver pianificato l’omicidio della sua ex socia in affari Silvia Volzova, incaricando personaggi della criminalità organizzata slovacca.

(Red)

Foto pixabay CC0

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.