Venezia: l’Europa a 100 anni dalla Grande guerra. La parabola ceco-slovacca

Un convegno a Venezia farà il punto sulla situazione e le prospettive dell’Europa cento anni dopo la fine della Grande guerra. La questione sarà valutata nell’ottica del lungo periodo, con una riflessione su diversi aspetti politici, costituzionali, nazionali dei paesi europei e dell’Europa nel suo insieme.

Nella prima sessione, che si svolge nel corso della mattinata di lunedì 25 marzo, il tema sarà puntato sui progetti nazionali nati dopo il primo conflitto mondiale, che a più riprese hanno posto visioni e obiettivi, di volta in volta diversi. Tra gli esempi possibili ne sono stati scelti alcuni che sono eredi dei grandi imperi. È in questa prima parte dell’evento che il professor Francesco Leoncini dell’Università Ca’ Foscari, uno dei maggiori studiosi di storia della Cecoslovacchia, interverrà con una relazione dal titolo “La parabola ceco-slovacca nella parabola della MittelEuropa, 1919-2019”.

Nelle altre sessioni del convegno si esamineranno le dimensioni dell’integrazione europea, sfociato oggi nell’Unione europea, dal punto di vista costituzionale e politico-sociale e domandandosi il perché i così poco interesse tra le popolazioni europee. Il concetto di Europalo questo spazio europeo nel quadro geopolitico mondiale è il tema del terzo e quarto panel in cui si parlerà della posizione dell’Europa di fronte a problemi come guerra e pace, migrazioni, povertà, diritti umani e cittadinanza, ed il rispetto per la sovranità altrui imposta dal diritto internazionale.

Si può vedere e scaricare il programma completo del convegno sul sito dell’Università Iuav.

(Red)

Foto: mappa del 1919 cca.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.