Tasso di disoccupazione in Slovacchia al 5,16% a febbraio

La disoccupazione in Slovacchia si è attestata al 5,16% in febbraio, secondo i dati pubblicati dall’Ufficio per il Lavoro UPVSaR oggi, una cifra in calo di un decimo di punto rispetto a gennaio e di oltre mezzo punto su base annua se confrontato con il 5,72% del febbraio 2018. Il calo si è verificato in tutte le regioni, e particolarmente nella regione di Košice che registra il calo più significativo (0,15%). Il più alto livello di disoccupazione è stato registrato nella regione di Prešov (8,98%), ma sopra la media sono anche le regioni di Banská Bystrica (7,09%) e Košice (8,23%). A livello distrettuale è Rimavská Sobota che mostra il dato peggiore, il 16,18%, mentre il distretto più virtuoso, con appena l’1,85% di disoccupazione, è Trenčín.

A fine febbraio 2019 gli uffici di collocamento locali hanno segnalato 86.132 posti vacanti nell’economia nazionale, ltre 5 mila in più del mese precedente. Nella regione di Bratislava si trova il più alto numero di posti di lavoro disponibili, il più basso nella regione di Banska Bystrica. Le qualifiche più ricercate sono quelle di operatori e assemblatori di macchinari e attrezzature, per ben 33.223 posti, i lavoratori qualificati, 20.388 posti e i lavoratori ausiliari e non specializzati, altri 10.490.

Secondo il ministro del Lavoro Jan Richter (Smer-SD), si stima che la disoccupazione continuerà a scendere fino alla fine dell’anno, anche se con un ritmo meno veloce di quanto successo lo scorso anno: «sarà molto difficile soddisfare le richieste dei datori di lavoro in alcuni distretti in cui la disoccupazione è a circa il 2%», ha affermato.

(Red)

Illustr. aroblesgalit CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.