Sgominata banda internazionale che trafficava in migranti dall’Asia

Il 15 marzo la polizia slovacca ha riferito dell’arresto di una banda organizzata internazionale di trafficanti di esseri umani. Dodici persone, accusate del reato di contrabbando di persone, sono state tratte in arresto lunedì 11 marzo nell’ambito di una operazione internazionale cui hanno collaborato le polizie di Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ucraina. Nel corso dell’operazione sono state effettuate oltre venti perquisizioni di abitazioni e altri locali, nel corso delle quali sono stati sequestrati più di un milione di corone ceche (39 mila euro) e contanti in altre valute. Inoltre, i poliziotti hanno confiscato armi da fuoco, documenti contraffatti, veicoli e una sostanza secca proveniente da una pianta che è stata inviata per analisi.

Il gruppo criminale sarebbe composto da almeno 35 membri che operavano nei paesi interessati oltre che in Germania e Ungheria. Sette dei dodici arresti sono stati effettuati nella Repubblica Ceca. Le pene previste per i reati contestati variano da otto a dieci anni di carcere. Gli investigatori hanno documentato sedici casi durante i quali sono stati contrabbandati almeno un centinaio di migranti illegali dal Sud-Est asiatico, che dovevano pagare circa 2.200 euro ciascuno e il cui viaggio fino all’Europa occidentale durava circa un anno.

(Red)

Foto FB/Policia SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.