Governo, 30 milioni per un complesso ciclistico nazionale

Il ministero delle Finanze ha finalizzato una proposta per destinare un contributo di 29,9 milioni di euro per la realizzazione di un Centro nazionale per il ciclismo. Pensato come una struttura di eccellenza, il complesso polifunzionale che dovrebbe nascere in località Orechova Poton (nei pressi di Samorin, regione di Trnava), non lontano dal circuito automobilistico Slovakiaring. Secondo il documento che il ministero ha pubblicato sul sito web Slov-lex, e che ha già passato l’esame interdipartimentale, il centro dovrebbe ospitare dodici mesi all’anno «attività ciclistiche come ciclismo su strada, BMX, ciclismo su pista, mountain bike, ciclocross, cicloturismo e ciclismo indoor».

Oltre ad accrescere le opportunità di preparazione e allenameno per gli sportivi professionisti, la struttura darà anche la possibilità di allenarsi ai dilettanti ed è pensato anche per fornire alle famiglie uno spazio sicuro per svolgere attività sportive nel tempo libero. Infine, il centro dovrebbe ospitare e organizzare eventi sportivi locali e internazionali. Accanto alla struttura sportiva, altri edifici offriranno servizi collegati, come un centro benessere e alloggi, e l’area sarà percorribile anche in bicicletta grazie a una rete di collegamento di piste ciclabili.

Del sostegno del governo a questo progetto aveva accennato qualche mese fa il primo ministro Peter Pellegrini, nella visita ai lavori allo stadio di calcio nazionale. Ai giornalisti aveva detto che abbiamo «stadi di hockey su ghiaccio di prima classe, avremo uno degli stadi di calcio più moderni, il tennis è ben seguito dal Centro nazionale per il tennis di Bratislava», e nascerà un simile complesso di eccellenza per il ciclismo, che dovrebbe attirare ciclisti professionisti e non anche dai paesi limitrofi. Pellegrini ricordava allora che il sussidio annuo per le federazioni sportive era stato portato a 70 milioni di euro, ma una parte di quei soldi finiscono all’estero perché la Slovacchia non ha infrastrutture sportive di alto livello, e «i nostri atleti vanno ad allenarsi» fuori del paese.

(Red)

Foto pixabay

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.