Tibor Gašpar convocato dalla NAKA, ha testimoniato sulla lustrácia a Kuciak

L’ex comandante del corpo di polizia Tibor Gašpar è stato convocato lunedì dall’Agenzia anticrimine NAKA per essere sentito sul caso del giornalista assassinato Ján Kuciak. In particolare, ha testimoniato sull’incarico che avrebbe dato a Pavol Vorobjov, ex direttore dell’intelligence finanziaria di NAKA, di svolgere nell’autunno 2017 un controllo approfondito su Kuciak nelle banche dati della polizia, operazione definita ‘lustrácia’ in slovacco.

Gašpar si è difeso dicendo che non ha dato ordini in tal senso, ma che il controllo su Kuciak era connesso ad un altro caso, la violazione del segreto bancario commessa da Filip Rybanič, assistente di un parlamentare del partito di opposizione SaS, che in qualità di impiegato di una banca ha rivelato movimenti bancari degli ex ministri Počiatek e Kaliňák del partito Smer-SD. Per quella indagine, secondo l’ex capo della polizia, furono “lustrati” almeno una ventina di giornalisti. Egli ha pertanto negato risolutamente di «avere ordinato il controllo su Kuciak» come »falsamente dichiarato» da Vorobjov di recente. In seguito, egli ha detto al canale televisivo JOJ «Posso confermare che sono stato a denunciare le false accuse di un ex subalterno».

Secondo il quotidiano Dennik N, come riporta lo Spectator, ci sono tuttavia cose che non tornano. Vorobjov avrebbe sottoposto Kuciak al controllo molto dopo che la polizia sottoponesse la proposta di procedimento giudiziario contro Rybanič. Questi, al tempo dipendente di Tatra Banka, è stato arrestato nel 2016 per aver divulgato informazioni sul conto bancario di Kaliňák, rivelando che stava facendo affari con Ladislav Bašternák, dichiarato colpevole di frode fiscale nel 2018. L’investigatore che seguiva il caso ha chiesto un controllo su una ventina di giornalisti, tra i quali presumibilmente poteva esserci anche Ján Kucia, controlli che sono stati svolti, dice il giornale, nel febbraio 2017, e l’indagine era stata chiusa nel mese di aprile. Ma la lustrácia di Kuciak condotta da Vorobjov, oggetto dell’indagine odierna, è di sette mesi dopo.

Pavol Vorobjov intanto è uscito dalla NAKA qualche giorno fa ed è stato trasferito ad un altro reparto. L’informazione su una lustrácia sulla persona di Kuciak pochi mesi prima che lui e la sua fidanzata Martina Kušnířová fossero uccisi nella loro casa a Velka Maća, è uscita all’inizio di febbraio, e solo in seguito si è saputo che l’aveva compiuta Vorobjov. A capo dell’unità di intelligence finanziaria ce l’aveva messo Peter Hraško, l’allora direttore della NAKA anch’egli costretto alle dimissioni mesi fa. Anche Gašpar, che si è dimesso da comandante delle forze di polizia lo scorso maggio, divenne in seguito consigliere del ministro dell’Interno Denisa Sakova, posizione che ha dovuto lasciare il mese scorso dopo l’uscita delle informazioni sulla lustrácia di Kuciak.

(Red)

Foto FB/policiaslovakia

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.